Due centri socio-educativi, un servizio di formazione all’autonomia appena attivato in via sperimentale e quello relativo al progetto «Horizon» per l’insediamento lavorativ

Nuova sede per l’Anffas

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Due cen­tri socio-educa­tivi, un servizio di for­mazione all’autonomia appe­na atti­va­to in via sper­i­men­tale e quel­lo rel­a­ti­vo al prog­et­to «Hori­zon» per l’insediamento lavo­ra­ti­vo. E anco­ra: assis­ten­za ai gen­i­tori, attiv­ità di teatro, inizia­tive di sol­i­da­ri­età, sog­giorni estivi, un gior­nali­no d’informazione. Ques­ta è l’, l’Associazione famiglie fan­ci­ul­li adul­ti sub­nor­mali che quest’anno fes­teggia il ven­tes­i­mo anno di attiv­ità. Lo fa forte dei risul­tati ottenu­ti, anche dei prog­et­ti futuri che si imper­ni­ano oggi sul­la costruzione del­la nuo­va sede del Cen­tro socio educa­ti­vo di Desen­zano cen­tro. L’iniziativa è sta­ta inseri­ta dal Comune nel bilan­cio di pre­vi­sione per­ché l’attuale sede di via Gram­sci è di pro­pri­età del­la locale Casa di riposo. L’ufficio tec­ni­co ha già pre­dis­pos­to la boz­za del prog­et­to nel quale l’Anffas inve­stirà gli avanzi degli ulti­mi anni. Notizie, bilan­ci, prog­et­ti sono sta­ti illus­trati ai soci dell’associazione dal pres­i­dente Gian­fran­co Bertolot­ti nel cor­so dell’ultima assem­blea. L’Anffas apri­va il pri­mo eser­cizio per ragazzi nel 1980 e dunque opera da 20 anni in favore dei dis­abili adul­ti. Attual­mente ne accoglie 25 nel cen­tro socio educa­ti­vo di S. Mar­ti­no del­la Battaglia, 17 in quel­lo di Desen­zano, 9 fre­quen­tano il servizio di for­mazione all’autonomia atti­va­to a set­tem­bre del­lo scor­so anno. È decol­la­to anche il prog­et­to Hori­zon per l’inserimento lavo­ra­ti­vo dei dis­abili pro­mosso dal­la Provin­cia di Bres­cia con fon­di Cee e fre­quen­ta­to da 4 per­sone. L’Anffas imp­ie­ga 17 edu­ca­tori, due coor­di­na­tori, un oper­a­tore e 8 obi­et­tori, oltre ai volon­tari. In par­ti­co­lare i Cen­tri socio educa­tivi quest’anno rimar­ran­no aper­ti per 23 giorni cioè fino a fine luglio. In questi ulti­mi anni l’Anffas ha rin­no­va­to il par­co mac­chine e può dis­porre di due pul­mi­ni e un’auto che ren­dono i trasfer­i­men­ti più sicuri. Purtrop­po il Cen­tro di S. Mar­ti­no — ha denun­ci­a­to il pres­i­dente — è risul­ta­to bersaglio di ladri e van­dali. La sezione di Desen­zano si occu­pa anche di assis­tere i gen­i­tori dei dis­abili adul­ti per espletare pratiche buro­cratiche, pro­muo­vere l’attività teatrale, è pre­sente in cit­tà alle varie man­i­fes­tazioni e mer­ca­ti­ni per l’offerta al pub­bli­co di prodot­ti real­iz­za­ti nei vari lab­o­ra­tori, in par­ti­co­lare faleg­name­ria e rile­ga­to­ria, ven­gono orga­niz­za­ti sog­giorni estivi in mon­tagna e al mare. La sezione pub­bli­ca ha anche un bel gior­nali­no dal tito­lo «L’Agorà».

Parole chiave: