Illuminate le strade della periferia: «accesa» anche la torre civica

Nuovi impianti comunali

03/05/2007 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Più sicurez­za sulle strade di Lona­to gra­zie alla real­iz­zazione di una serie di impianti di illu­mi­nazione pub­bli­ca che richieder­an­no alle casse comu­nali 50.000 euro di inves­ti­men­to. Il prog­et­to è ormai arriva­to alla fase esec­u­ti­va per cui si attende solo l’inizio dei lavori. Le vie inter­es­sate sono tutte per­iferiche rispet­to al capolu­o­go. Nel det­taglio si trat­ta delle vie Bar­cuzzi (in local­ità Bar­cuzzi dal­la nuo­va lot­tiz­zazione fino all’incrocio con via Sirmione), via dei Ronchi (nel trat­to che inizia con la fine dei pali esisten­ti di pro­pri­età Enel fino all’ultima casa del­la stes­sa via), la Bor­ga­ta Bro­denel­la (nel trat­to abi­ta­to in prossim­ità dell’intersezione con via Marziale Cerut­ti), San Polo (nel trat­to pres­so l’incrocio con la casci­na San Polo Bon­tem­pi), e via Monte Mario (pres­so l’incrocio con via San Polo).I nuovi impianti da real­iz­zare saran­no total­mente di pro­pri­età comu­nale. Sod­dis­fazione viene espres­sa ovvi­a­mente dall’assessore alla via­bil­ità Rober­to Vanaria che rimar­ca come «gli inter­ven­ti siano anche una rispos­ta conc­re­ta alle sol­lecitazioni dei res­i­den­ti e alla neces­sità di con­fig­u­rare più sicurez­za in zone critiche del territorio».Entro la fine dell’anno dovreb­bero poi com­in­cia­re i lavori per la real­iz­zazione delle rota­to­rie dei Bar­cuzzi e nei pres­si del cimitero del capolu­o­go, per le quali saran­no real­iz­zate ulte­ri­ori illu­mi­nazioni per una spe­sa intorno ai 120.000 euro. È sta­to inoltre approva­to dal­la giun­ta lonatese il prog­et­to dell’illuminazione artis­ti­ca del­la torre civi­ca per 56.000 euro. Opera che prevede diver­si apparec­chi ad incas­so, a proiezione per i 4 fron­ti prin­ci­pali del­la torre. Per l’orologio il prog­et­to prevede l’uso di un sis­tema che con­sente la sago­matu­ra del flus­so lumi­noso; per la cel­la cam­pa­naria e le cam­pane sarà a proiezione dif­fusa. Insom­ma anche di notte il cen­tro stori­co lonatese avrà un suo fas­ci­no e un altro modo per ricor­dare i 450 anni dall’inizio del­la costruzione del­la torre civica.