A febbraio i lavori di ristrutturazione nella parrocchia di Sega. Saranno riservati alle attività giovanili e al catechismo

Nuovi spazi per la canonica

28/12/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo
(a.s.)

Inizier­an­no in feb­braio i lavori di ristrut­turazione del piano sem­i­nter­ra­to del­la canon­i­ca del­la par­roc­chia di Sega. La giun­ta munic­i­pale ha approva­to il prog­et­to defin­i­ti­vo ed il 16 gen­naio si svol­gerà il ban­do di gara per l’assegnazione dell’opera. Il Comune così tiene fede ad una con­ven­zione stip­u­la­ta con la par­roc­chia del­la frazione, il 14 otto­bre del 2003, con la quale si impeg­na­va ad eseguire i lavori di ripristi­no dei locali inter­rati dell’edificio di piaz­za del­la chiesa. In cam­bio ha chiesto l’uso degli spazi per nove anni, che met­terà a dis­po­sizione delle asso­ci­azioni e dei gio­vani del­la frazione. L’edificio, col­le­ga­to con la chiesa, è com­pos­to da due piani, uno fuori ter­ra, con al suo inter­no la canon­i­ca e l’altro al piano sot­to con dei locali per autorimes­sa, attiv­ità ricre­ati­va e cateschis­ti­ca, un ripostiglio e la cen­trale ter­mi­ca. Gli spazi però era­no imprat­i­ca­bili, a causa delle infil­trazioni di umid­ità, del­la man­can­za di luce nei locali e di un numero suf­fi­ciente di pun­ti di aereazione. Il Comune quin­di ha pro­ce­du­to con l’iter ammin­is­tra­ti­vo per il recu­pero del piano, con un impeg­no di spe­sa di 215.823 euro. Per l’estate prossi­ma si prevede che saran­no ulti­mati i lavori per la real­iz­zazione di una lun­ga sala ret­tan­go­lare des­ti­na­ta alle attiv­ità sociali dei gio­vani, di un’altra ampia aula che sarà ded­i­ca­ta alle lezioni di cat­e­chis­mo, di una sala ritro­vo all’ingresso, di nuovi servizi igien­i­ci, di uno spoglia­toio e di una stan­za adibi­ta ai servizi. All’ingresso dell’edificio sul lato del­la piaz­za, ver­rà ricostru­i­ta la ram­pa di acces­so al piano inter­ra­to con pen­den­za dell’otto per cen­to. Ver­rà inoltre cop­er­ta l’area anti­s­tante l’ingresso con un pro­l­unga­men­to del solaio del ter­raz­zo sovras­tante e con l’inserimento di un lucer­naio. Saran­no poi ampli­ate le finestre e sarà aper­ta una por­ta per l’accesso al cor­tile inter­no. Infine ver­rà cre­ato un cor­tile dietro l’edificio, di cir­ca 120 metri qua­drati, real­iz­za­to con l’abbassamento del liv­el­lo del ter­reno ret­rostante la canon­i­ca, por­tan­do così i locali sem­i­nter­rati ad un liv­el­lo fuori ter­ra con l’accesso diret­to al cortile.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti