Particolarmente attiva, negli ultimi giorni, l'attività di controllo del territorio

Nuovi veicoli per gli agenti della Polizia Locale di Desenzano

Di Redazione

Nell’ambito del com­p­lessi­vo prog­et­to di ammod­er­na­men­to dell’intero par­co veico­lare in uso alla , sono sta­ti con­seg­nati al Coman­do, nei giorni scor­si, due automezzi “Fiat 500 X”, 4x4, city cross (autovet­ture da 150 cav­al­li a trazione inte­grale, quin­di idonei all’utilizzo anche con strade innevate o comunque poco prat­i­ca­bili) e due moto “Hon­da NC 750 X” (mezzi che abbinano poten­za ad una otti­ma maneggev­olez­za, carat­ter­is­ti­ca fon­da­men­tale per l’utilizzo in ambito urbano).

Il Sin­da­co , l’Assessore alla Sicurez­za Urbana Cristi­na De Gasperi e l’Assessore al Pat­ri­mo­nio Pietro Avanzi con­fer­mano la fer­ma volon­tà di pro­cedere, nel breve, al com­p­lessi­vo ammod­er­na­men­to del par­co mezzi in uso alla Polizia Locale, in lin­ea con quan­to dichiara­to nel pro­prio pro­gram­ma ammin­is­tra­ti­vo.

Una set­ti­mana par­ti­co­lar­mente inten­sa quel­la appe­na trascor­sa per l’attività di con­trol­lo del ter­ri­to­rio attua­ta dal­la Polizia Locale nel cor­so degli ulti­mi giorni.

  • Nel­lo speci­fi­co è sta­ta ded­i­ca­ta mol­ta atten­zione alle spi­agge, tra i luoghi più sen­si­bili in questo peri­o­do, dove nel cor­so di con­trol­li mirati con agen­ti mis­chiati tra i bag­nan­ti, sono sta­ti seques­trati oltre 10 gram­mi di sostanze stu­pe­facen­ti — hashish e mar­i­jua­na in questo caso — e 3 spinel­li pron­ti all’utilizzo. Per questo moti­vo cinque ragazzi di età com­pre­sa tra i 18 e i 24 anni (tut­ti prove­ni­en­ti da pae­si del­la provin­cia di Bres­cia) sono sta­ti seg­nalati alla Prefet­tura cui spet­terà l’applicazione delle sanzioni pre­viste per gli assun­tori di sostanze stu­pe­facen­ti.
  • Nelle piazze del cen­tro, è sta­to invece bloc­ca­to un addio al celi­ba­to molto sopra le righe: un grup­po di gio­vani del­la Provin­cia di Par­ma — altic­ci per l’assunzione di alcool – ha mostra­to un sim­bo­lo fal­li­co dis­tur­ban­do e impor­tu­nan­do i pas­san­ti: fer­mati da agen­ti in borgh­ese ded­i­cati pro­prio a questo tipo di con­trol­li, i gio­vani han­no reag­i­to mala­mente e sono sta­ti per­tan­to per­suasi a tenere un com­por­ta­men­to cor­ret­to soltan­to gra­zie all’arrivo di altre pat­tuglie di rin­for­zo. Il ragaz­zo trova­to in pos­ses­so del sim­bo­lo fal­li­co è sta­to accom­pa­g­na­to al coman­do dove gli sono state com­mi­nate sanzioni per cir­ca 4000 euro (atti con­trari alla pub­bli­ca decen­za e ubri­achez­za moles­ta le vio­lazioni ver­bal­iz­zate) e gli è sta­to con­tes­ta­to il DASPO urbano così come pre­vis­to dal rego­la­men­to comu­nale di Polizia Locale.
  • Ha invece reag­i­to mala­mente ai nor­mali con­trol­li effet­tuati da una pat­tuglia del­la Polizia Locale, un trenta­treenne desen­zanese che, fer­ma­to alla gui­da del pro­prio vei­co­lo, ha insul­ta­to gli agen­ti, con bestem­mie, tenen­do un atteggia­men­to aggres­si­vo anche nei con­fron­ti di una pat­tuglia del Com­mis­sari­a­to soprag­giun­ta in sup­por­to. Car­i­ca­to non sen­za fat­i­ca sull’auto di servizio, il sogget­to è sta­to accom­pa­g­na­to pres­so il coman­do da cui è usci­to in segui­to con una denun­cia per resisten­za e oltrag­gio a pub­bli­co uffi­ciale oltre ad una sanzione di 102 euro per le bestem­mie prof­ferite.
  • Denun­ci­a­ta per oltrag­gio a pub­bli­co uffi­ciale anche una desen­zanese ses­san­tenne che, sanzion­a­ta per sos­ta sul mar­ci­apiede, ha deciso di insultare gli agen­ti lan­cian­do ver­so di loro il ver­bale appe­na sti­la­to, appal­lot­to­la­to.
  • Infine dovrà rispon­dere di minac­ce a pub­bli­co uffi­ciale ed oltrag­gio alla Autorità Giudiziaria un quar­an­tenne res­i­dente in Provin­cia: quest’ultimo, sanzion­a­to per un divi­eto di sos­ta, si è allon­tana­to velo­ce­mente a bor­do di un’autovettura intes­ta­ta a un ter­zo sogget­to estra­neo dopo aver minac­cia­to ed insul­ta­to gli agen­ti nel­la sper­an­za di non essere iden­ti­fi­ca­to. Sper­an­za che si è riv­e­la­ta vana, poiché a segui­to di indagi­ni, è sta­to pri­ma iden­ti­fi­ca­to e poi invi­ta­to al coman­do per la redazione degli atti rel­a­tivi alla denun­cia. 

FINANZIAMENTO STRAORDINARIO.

Il Comune di Desen­zano, nell’ambito dell’iniziativa min­is­te­ri­ale “Laghi sicuri-estate 2019” ha ottenu­to un finanzi­a­men­to stra­or­di­nario di 20.000 euro. La cifra ver­rà investi­ta per l’ulteriore instal­lazione di tre tele­camere sul ter­ri­to­rio a com­ple­ta­men­to dell’impianto di videosorveg­lian­za comu­nale in fase avan­za­ta di totale ammod­er­na­men­to; il cos­to com­p­lessi­vo dell’intervento è pari a cir­ca 100.000 euro con pre­vi­sione di sos­ti­tuzione delle vec­chie tele­camere in favore di stru­men­ti otti­ci di ultimis­si­ma gen­er­azione e ride­ter­mi­nazione dei sis­te­mi di con­net­tiv­ità nec­es­sari al fun­zion­a­men­to.

Il finanzi­a­men­to di 20.000 euro è sta­to ottenu­to a segui­to di una pre­dis­po­sizione dell’apposito prog­et­to, pri­ma approva­to dal­la Prefet­tura di Bres­cia e suc­ces­si­va­mente trasmes­so al Min­is­tero degli Interni e val­u­ta­to meritev­ole di riconosci­men­to eco­nom­i­co.