Il nuovo bocciodromo arilicense sorgerà nella zona degli impianti sportivi di San Benedetto: quattro campi regolamentari dotati di tribuna, una sala indipendente in grado di ospitare quasi un centinaio di posti a sedere.

Nuovo Bocciodromo con tribuna

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Il nuovo bocciodromo arilicense sorgerà nella zona degli impianti sportivi di San Benedetto: quattro campi regolamentari dotati di tribuna, una sala indipendente in grado di ospitare quasi un centinaio di posti a sedere, il tutto completato da una serie di servizi atti a fare della struttura un efficace centro di aggregazione.”La base d’asta per l’aggiudicazione dell’appalto è di circa un miliardo e mezzo e, se tutto va bene, dovremmo essere in grado di partire con il bando già entro il mese prossimo” spiega il sindaco Umberto Chincarini. “Come avevamo già preannunciato la cifra viene dall’utilizzo di una parte dei proventi ricavati dalla vendita del terreno in località Pioppi”.La scelta di fare i campi regolamentari è dettata dalla speranza di poter ospitare anche gare importanti.”Il bocciodromo verrà realizzato di fianco ai campi da tennis e alla piastra polivalente; è una zona protetta da vincolo ambientale e quindi vi sarà molta attenzione nella scelta dei materiali. “Un altro aspetto molto importante sarà, sottolinea Chincarini, quello della gestione dell’impianto: il vice-sindaco Carlo Nosè insieme al consigliere delegato alla sport Alfonso Patrimonio stanno infatti valutando una serie di possibilità in modo che ci sia if dovuto riscontro nell’affidamento di un centro così importante”.Questo problema è visto come uno dei più delicati e l’Amministrazione non vorrebbe correre rischi di veder vanificato un impegno così significativo da una gestione non sufficientemente attenta.Le ipotesi al riguardo con-vertono sulla stesura di una convenzione che potrebbe essere firmata con qualcuna delle associazioni sportive interessate: la Bocciofila Peschiera ma anche il Tennis Club arilicense, che già segue la gestione dei campi presenti nella stessa area e non è stata nemmeno esclusa la possibilità delle cooperative.”Noi ci auguriamo che si comprenda anche il risvolto sociale di un intervento del genere”, ribadisce il sindaco. “Un investimento importante: la sala che vi sarà ricavata avrà la capienza maggiore tra quelle del nostro comune e, inoltre, per come è stato progettato vuole diventare un autentico centro di aggregazione per la frazione di San Benedetto”.In questa località, infatti, è stata da poco inaugurata l’isola ecologica e tra breve, prima del bocciodromo, toccherà al parco giochi realizzato di fianco alla scuola elementare.”Un impegno importante che, in questi anni, l’Amministrazione ha ritenuto di poter sostenere anche in relazione alla collaborazione con gli abitanti e con le diverse realtà che già operano: insieme alle altre dobbiamo citare anche l’Anspi, che si occupa della gestione del campo dì calcio vicino alla chiesa”.”Anche da parte loro abbiamo sempre riscontrato la massima serietà e disponibilità ed è questo che ci fa ben sperare “,conclude Chincarini, “per il futuro del bocciodromo”.

Giuditta Bolognesi
Parole chiave:

Commenti

commenti