Raoul Negri, 61 anni, e il nuovo presidente dell'associazione dei commercianti di Sirmione.

Nuovo direttivo ASCOM

29/04/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Raoul Negri, 61 anni, e il nuovo presidente dell’associazione dei commercianti di Sirmione.Negri, nativo di Castiglione delle Stiviere ma sirmionese di adozione, succede a Roberta Bisoli, titolare, insieme con la famiglia, dell’omonimo cantiere nautico e rimessaggio.Ma sono in molti a chiedersi come mai Roberta Bisoli abbia ceduto il timone dell’Ascom sirmionese.”Non vorrei alimentare polemiche, per il bene dell’associazione, ma il motivo che mi ha spinto in realtà ad andarmene – dichiara Bisoli – è stata la decisione del direttivo di non avere rappre-sentanti anche di Colombare e delle altre frazioni. Tutto qui”.D’accordo, ma lei non e rimasta nel consiglio direttivo?”Si, ma ho rassegnato le dimissioni anche dal direttivo”.Direttivo ehe risulta cosicomposto: vicepresidente Fulvio Bonacini (ristoratore), segretaria Anna Pintacorona (giocattoli), consiglieri Roberta Bisoli (che però ha dato le dimissioni), Donatella Maffezzoli (pelletteria), Maria Teresa Zeni (oggettistica) e Gisella Zennaro (artigianato).La nomina di Negri, votata all’unanimità dall’assemblea, e stata giä formalizzata nei giorni scorsi dal presidente provinciale dell’Ascom, Ferruccio Rossi Thielen, tra l’altro anch’egli sirmionese.Ora, come dice Negri, “c’e da rimboccarsi le maniche”.Intanto, nel mese di settembre prossimo verrà presentato un libro bianco sulla situazione del comparto commerciale della cittadina: disagi, problematiche, rapporti con le istituzioni, ma soprattutto una radiografia, magari anche impietosa, sul quadro economico e sociale.II neopresidente dei commercianti svolge attività da almeno quaranta anni ed e stato più volte ai vertici dell’associazione.Lo ricordiamo per esempio segretario a fianco del compianto Danilo Rossi, colui che diede una sterzata vigorosa al terziario sirmionese.Ora, Raoul Negri deve riportare l’associazione a livelli, come dice lui, “di maggior forza e potenza per poter essere capaci di difendere gli interessi degli operatori”.A Sirmione sono quasi 200 le attività, escluse quindi quelle alberghiere, di cui 95 sono iscritte all’Ascom. Numero che potrebbe crescere al più presto grazie ad alcune iniziative.”Contiamo di unire le forze di tutti i colleghi distribuiti nel territorio, tentando di capire le loro necessitä. Ad esempio, stiamo seguendo con attenzione i provvedimenti dell’amministrazione comunale sulla viabilità e sulla chiusura temporanea del traffico all’altezza di Colombare. Desideriamo perö – prosegue Negri – che quest’analisi sulla viabilità venga fatta anche per le altre zone di Sirmione, cosi come pensiamo che il regolamentre categorie?”Certamente. Vorremmo essere anche noi della partita per quanto riguarda la stesura e la programmazione delle manifestazioni, anche per contribuire alla loro felice riuscita. Poi vorrei aggiungere che l’associazione dovrà volare più in alto, ed eliminare certe individualità e certi egoismi, per raggiungere un unico obiettivo: tenere la cura e l’amore per Sirmione”.Un’ultima domanda. Sia sincero: le risultano richieste di “pizzo” da parte della malavita?”Tre o quattro anni fa ad alcuni locali pubblici vennero avanzate richieste di pizzo, ma poi, per fortuna, non hanno avuto alcun seguito. Adesso – conclude Negri – la situazione e assolutamente tranquilla”.

Maurizio Toscano

Commenti

commenti