Raoul Negri, 61 anni, e il nuovo presidente dell'associazione dei commercianti di Sirmione.

Nuovo direttivo ASCOM

29/04/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Raoul Negri, 61 anni, e il nuo­vo pres­i­dente del­l’as­so­ci­azione dei com­mer­cianti di Sirmione.Negri, nati­vo di Cas­tiglione delle Stiviere ma sirmionese di adozione, suc­cede a Rober­ta Bisoli, tito­lare, insieme con la famiglia, del­l’omon­i­mo cantiere nau­ti­co e rimessaggio.Ma sono in molti a chieder­si come mai Rober­ta Bisoli abbia cedu­to il tim­o­ne del­l’As­com sirmionese.“Non vor­rei ali­menta­re polemiche, per il bene del­l’as­so­ci­azione, ma il moti­vo che mi ha spin­to in realtà ad andarmene — dichiara Bisoli — è sta­ta la deci­sione del diret­ti­vo di non avere rap­pre-sen­tan­ti anche di Colom­bare e delle altre frazioni. Tut­to qui”.D’accordo, ma lei non e rimas­ta nel con­siglio direttivo?“Si, ma ho rasseg­na­to le dimis­sioni anche dal direttivo”.Direttivo ehe risul­ta cosi­com­pos­to: vicepres­i­dente Ful­vio Bonaci­ni (ris­tora­tore), seg­re­taria Anna Pin­ta­coro­na (gio­cat­toli), con­siglieri Rober­ta Bisoli (che però ha dato le dimis­sioni), Donatel­la Maf­fez­zoli (pel­let­te­ria), Maria Tere­sa Zeni (ogget­tis­ti­ca) e Gisel­la Zen­naro (artigianato).La nom­i­na di Negri, vota­ta all’u­na­nim­ità dal­l’assem­blea, e sta­ta giä for­mal­iz­za­ta nei giorni scor­si dal pres­i­dente provin­ciale del­l’As­com, Fer­ruc­cio Rossi Thie­len, tra l’al­tro anch’egli sirmionese.Ora, come dice Negri, “c’e da rim­boc­car­si le maniche”.Intanto, nel mese di set­tem­bre prossi­mo ver­rà pre­sen­ta­to un libro bian­co sul­la situ­azione del com­par­to com­mer­ciale del­la cit­tad­i­na: dis­a­gi, prob­lem­atiche, rap­por­ti con le isti­tuzioni, ma soprat­tut­to una radi­ografia, mag­a­ri anche impi­etosa, sul quadro eco­nom­i­co e sociale.II neo­pres­i­dente dei com­mer­cianti svolge attiv­ità da almeno quar­an­ta anni ed e sta­to più volte ai ver­ti­ci dell’associazione.Lo ricor­diamo per esem­pio seg­re­tario a fian­co del com­pianto Dani­lo Rossi, colui che diede una sterza­ta vig­orosa al terziario sirmionese.Ora, Raoul Negri deve riportare l’as­so­ci­azione a liv­el­li, come dice lui, “di mag­gior forza e poten­za per pot­er essere capaci di difend­ere gli inter­es­si degli operatori”.A Sirmione sono qua­si 200 le attiv­ità, escluse quin­di quelle alberghiere, di cui 95 sono iscritte all’As­com. Numero che potrebbe crescere al più presto gra­zie ad alcune iniziative.“Contiamo di unire le forze di tut­ti i col­leghi dis­tribuiti nel ter­ri­to­rio, ten­tan­do di capire le loro neces­sitä. Ad esem­pio, sti­amo seguen­do con atten­zione i provved­i­men­ti del­l’am­min­is­trazione comu­nale sul­la via­bil­ità e sul­la chiusura tem­po­ranea del traf­fi­co all’al­tez­za di Colom­bare. Deside­ri­amo perö — pros­egue Negri — che quest’anal­isi sul­la via­bil­ità ven­ga fat­ta anche per le altre zone di Sirmione, cosi come pen­si­amo che il rego­la­men­tre categorie?“Certamente. Vor­rem­mo essere anche noi del­la par­ti­ta per quan­to riguar­da la stesura e la pro­gram­mazione delle man­i­fes­tazioni, anche per con­tribuire alla loro felice rius­ci­ta. Poi vor­rei aggiun­gere che l’as­so­ci­azione dovrà volare più in alto, ed elim­inare certe indi­vid­u­al­ità e cer­ti ego­is­mi, per rag­giun­gere un uni­co obi­et­ti­vo: tenere la cura e l’amore per Sirmione”.Un’ultima doman­da. Sia sin­cero: le risul­tano richi­este di “piz­zo” da parte del­la malavita?“Tre o quat­tro anni fa ad alcu­ni locali pub­bli­ci ven­nero avan­zate richi­este di piz­zo, ma poi, per for­tu­na, non han­no avu­to alcun segui­to. Adesso — con­clude Negri — la situ­azione e asso­lu­ta­mente tran­quil­la”.

Maurizio Toscano

Commenti

commenti