Fotografie spiegano arte e cultura tra passato e presente

Nuovo libro

30/12/2001 in Cultura
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
a.j.

Un’inedita rac­col­ta di fotografie fis­sa­ta nel libro «Peschiera tra pas­sato e pre­sente». Fotografie dell’artista Mario Giorgi­ni, sirmionese di adozione, atti­vo sul Gar­da dagli anni Ses­san­ta, quan­do il cin­e­ma fellini­ano del­la «Dolce Vita» rese i fotore­porter d’assalto (i paparazzi) pro­tag­o­nisti di una sta­gione di «clam­ore e mon­dan­ità». Vol­ume arric­chi­to da immag­i­ni d’archivio di Fran­co Pros­pero con didas­calie di Gior­gio Capone e Car­lo Bovo e com­men­to di Romano Bra­cali­ni. Peschiera «luo­go del­la memo­ria», ha mes­so a fuo­co il gior­nal­ista Bra­cali­ni del­la Rai al momen­to del­la pre­sen­tazione del libro illus­tra­to, svoltasi alla pre­sen­za di un folto pub­bli­co al ris­torante Fiorelli­no. Uno dei luoghi dove l’impronta delle varie civiltà è anco­ra ben pre­sente e dove «nel bene e nel male si fece l’Italia uni­ta». Del libro, «doc­u­men­to di un itin­er­ario stori­co» ne ha par­la­to il sin­da­co Bruno Dal­la Pel­le­g­ri­na nel ringraziare l’amico Mario Giorgi­ni «per la disponi­bil­ità, pro­fes­sion­al­ità e la cura ded­i­ca­ta». Opera arric­chi­ta di «un eccezionale corre­do di illus­trazioni e fotografie che accom­pa­g­nano il let­tore tra pas­sato e pre­sente evi­den­zian­do un grande e raro pat­ri­mo­nio d’arte e di cul­tura», ha pun­tu­al­iz­za­to il sin­da­co «pre­m­i­nente nel con­testo tur­is­ti­co garde­sano e che garan­tisce a Peschiera, «fama e unic­ità tra le cit­tà d’Europa». Doc­u­men­to «a dife­sa delle nos­tre tradizioni» gli ha fat­to eco il sen­a­tore . Il pres­i­dente del Cen­tro doc­u­men­tazione Gior­gio Capone ha fat­to il con­fron­to tra le vec­chie e nuove immag­i­ni. Rap­por­to quel­lo tra la odier­na Peschiera e quel­la del pas­sato visu­al­iz­za­to dal diret­tore del­la comu­nale Car­lo Bovo che ha colto nel­lo stes­so tem­po l’occasione per­ché questi appun­ta­men­ti, «pre­messe cul­tur­ali», risulti­no non fat­ti iso­lati ma più fre­quen­ti. E da ulti­mo il toc­co finale di Bra­cali­ni all’amico Giorgi­ni nel ricor­dare «come le pic­cole gran­di sto­rie di paese, con­tribuis­cono a fare la grande storia».

Parole chiave: