Sorgerà nei pressi dell’Inps di Rivoltella. Superficie coperta di 2 mila metri quadrati. Opera da 10 milioni. Sarà completato con pista di pattinaggio, bocciodromo e aree di ristorazione

Nuovo palasport da 2400 posti

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sara Mauroner

Un palazzet­to da 2400 posti, pista di pat­ti­nag­gio, boc­cio­dro­mo, aree di ris­torazione e uffi­ci per le soci­età sportive. È ques­ta la nuo­va strut­tura che il Comune di Desen­zano del Gar­da vor­rebbe real­iz­zare a par­tire dal prossi­mo anno. Lo stu­dio di pre­fat­tibil­ità è sta­to illus­tra­to ieri mat­ti­na a Palaz­zo Tode­s­chi­ni dal sin­da­co Fioren­zo Pienez­za, dall’assessore all’Urbanistica Mau­r­izio Tira e dall’assessore allo Sport Ade­lio Zanel­li. Pre­sen­ti all’incontro i rap­p­re­sen­tan­ti delle varie asso­ci­azioni sportive che da molto tem­po lamen­tano la man­can­za di spazi adeguati dove svol­gere le pro­prie attiv­ità. L’area inter­es­sa­ta è quel­la com­pre­sa tra via Gio­van­ni XXIII e via Pao­lo VI, di fronte alla sede Inps di Riv­oltel­la. I 16mila metri qua­drati di quel­la zona sono già di pro­pri­età del Comune, fat­to che garan­tisce una tem­p­is­ti­ca qua­si imme­di­a­ta. La ques­tione più del­i­ca­ta è quel­la eco­nom­i­ca: l’opera com­p­lessi­va costerà 10milioni 500mila euro, cifra che peserebbe in modo con­sid­erev­ole alle casse del Comune. «Quest’opera — ha spie­ga­to il sin­da­co Pienez­za — andrebbe a com­pletare gli inter­ven­ti che l’Amministrazione ha fat­to nell’ambito delle attiv­ità sportive di Desen­zano. Basti pen­sare al rifaci­men­to del cam­po Tre Stelle che presto diven­terà un cen­tro regionale per l’atletica leg­gera». Ma vedi­amo il prog­et­to nel det­taglio: il palazzet­to del­lo sport avrà una super­fi­cie cop­er­ta di 2mila metri qua­drati e una capien­za iniziale di 2400 posti, ampli­a­bili a 5mila qualo­ra fos­se nec­es­sario sod­dis­fare le esi­gen­ze del­la mas­si­ma divi­sione tra bas­ket e vol­ley. La strut­tura è con­cepi­ta con i due lati mag­giori occu­pati dagli spalti e nelle tes­tate dai servizi, sia per le squadre, sia per il pub­bli­co. Il boc­cio­dro­mo sarà carat­ter­iz­za­to da quat­tro piste real­iz­zate in sin­teti­co, per una super­fi­cie cop­er­ta di mille metri qua­drati. Il prog­et­to prevede anche una pias­tra polifun­zionale cop­er­ta des­ti­na­ta ad ospitare pratiche sportive anche molto diverse fra di loro. La dimen­sione del­la pias­tra, oltre all’uso comune per il pat­ti­nag­gio, con­sen­tirà di dis­putare par­tite di hock­ey su pista, di pal­la­mano e di cal­cet­to; una doppia grad­i­na­ta potrà ospitare cir­ca 300 spet­ta­tori. Le strut­ture sportive saran­no col­le­gate fra di loro da una costruzione che potrà com­pren­dere fun­zioni com­ple­men­tari alle attiv­ità sportive. È pre­vista al piano ter­ra una zona bar ed un ampio foy­er che all’occorrenza potrà ospitare con­veg­ni e mostre. Al pri­mo piano sarà real­iz­za­to uno spazio des­ti­na­to alla ris­torazione, men­tre al sec­on­do ci saran­no gli uffi­ci delle soci­età sportive. Per quan­to riguar­da i col­lega­men­ti viari, sarà real­iz­za­ta una pista che unirà il nuo­vo palazzet­to con l’area sporti­va di via Pratomag­giore, con il Par­co del Laghet­to e con il cam­po Tre stelle. L’area è facil­mente acces­si­bile anche dai prin­ci­pali sno­di stradali, quali statale 11, mini­tan­gen­ziale e autostra­da. Ma non è fini­ta qui, lo stu­dio di pre­fat­tibil­ità prevede un pas­so ulte­ri­ore. Si è già pen­sato ad un ampli­a­men­to da real­iz­zare in col­lab­o­razione con i pri­vati. Si è par­la­to di nuovi parcheg­gi e di un’area di cir­ca 4500 metri qua­drati dove costru­ire palestre per il fit­ness, la riabil­i­tazione e la cura del corpo.

Parole chiave: