Nel nome di Marco Biagi le opportunità del lavoro interinale potranno essere colte anche nell’Alto Garda e in Valsabbia

Obiettivo lavoro apre una nuova sede a Salò

13/04/2002 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Salò

Il lavoro tem­po­ra­neo tramite agen­zia ha cos­ti­tu­ito una pos­i­ti­va rifor­ma nel sen­so del­la mod­ern­iz­zazione del mer­ca­to del lavoro ital­iano. I risul­tati in ter­mi­ni di pro­mozione dell’occupazione appaiono estrema­mente elo­quen­ti ed il Gov­er­no aus­pi­ca a tale riguar­do che non vengano frap­posti ulte­ri­ori osta­coli per sper­i­menta­re altre forme di mod­ern­iz­zazione capaci di provo­care ricadute così inter­es­san­ti sul piano occu­pazionale”. Queste parole apparten­gono al Libro bian­co sul mer­ca­to del lavoro, ovvero la pro­pos­ta di rifor­ma del lavoro che por­ta la fir­ma del pro­fes­sor Mar­co Bia­gi, lo stu­dioso assas­si­na­to dai ter­ror­isti a Bologna. E sono parole che faran­no da sot­to­fon­do – ques­ta sera, ven­erdì 12 aprile – all’appuntamento fis­sato a Salò, alle ore 19, allorché il sin­da­co Gian­piero Cipani, l’onorevole Adri­ano Paroli, il diret­tore gen­erale delle Acli di Bres­cia, Mar­co Men­ni, il seg­re­tario provin­ciale del­la Uil, Ange­lo Zanel­li inter­ver­ran­no all’inaugurazione del­la nuo­va fil­iale salo­di­ana di “Obi­et­ti­vo Lavoro” in Largo Dante Alighieri,1, pres­so il Cin­e­ma Crys­tal. Gli onori di casa saran­no fat­ti dal respon­s­abile bres­ciano del­la Soci­età, Arman­do Albiero, alla pre­sen­za del vicepres­i­dente, Andrea Lepidi.Perché Bia­gi? Per­ché l’illustre econ­o­mista era vici­no pro­prio ad “Obi­et­ti­vo Lavoro” con cui oper­a­va quale autorev­ole con­sulente. In propos­i­to ave­va scrit­to fra l’altro: “L’esperienza dei pri­mi anni di appli­cazione dell’istituto del lavoro tem­pra­neo con­fer­ma le pre­vi­sioni, effet­tuate da chi scrive e dagli ami di OL già sul vol­gere degli anni Ottan­ta, di uno svilup­po rapi­do e sig­ni­fica­ti­vo del lavoro interi­nale, nonos­tante un cli­ma di gen­erale pes­simis­mo con­tro quel­la che, a tor­to e on pre­sa di posizione pura­mente ide­o­log­i­ca in quan­to non suf­fra­ga­ta da dati reali, veni­va indi­vid­u­a­ta come una for­ma di sfrut­ta­men­to del lavoro altrui”. “Il lavoro intern­i­nale – pros­egui­va il prof. Bia­gi – cos­ti­tu­isce un fenom­e­no in piena cresci­ta e rap­p­re­sen­ta un impor­tante canale dif­feren­ziale per l’ingresso nel mon­do del lavoro­di migli­a­ia di lavo­ra­tori”. Per la cronaca, “Obi­et­ti­vo Lavoro” e’ la piu’ grande soci­eta’ ital­iana nel set­tore, nata e svilup­pa­ta gra­zie ad un rap­por­to stret­to con i ter­ri­tori e con le forze sociali ed impren­di­to­ri­ali. La soci­eta’, in for­ma coop­er­a­ti­va, con­ta oggi 440 imp­rese socie, che rap­p­re­sen­tano un panora­ma eco­nom­i­co ric­co e dis­tribuito in tut­ta Italia. Nel­la com­pagine soci­etaria di OL sono pre­sen­ti aziende e coop­er­a­tive ader­en­ti a Lega­coop, Com­pag­nia delle Opere, Con­f­co­op­er­a­tive, Cna e strut­ture di servizio di Acli, Cisl, Uil, Con­fe­ser­centi, Cispel.“Siamo parte del­lo svilup­po eco­nom­i­co del Paese – spie­ga Arman­do Albiero – e vi con­tribuiamo con risul­tati impor­tan­ti: 98.000 lavo­ra­tori avviati dal 1998, oltre 8.000 imp­rese cli­en­ti. Le scelte di quali­ta’ di Obi­et­ti­vo Lavoro fan­no sì che 1 lavo­ra­tore su 3 ven­ga assun­to sta­bil­mente appe­na ter­mi­na­ta la mis­sione. Entro i 12–18 mesi suc­ces­sivi, piu’ del 70% dei nos­tri avviati risul­ta occu­pa­to a tem­po indeterminato”.L’aperta del­la nuo­va sede di Salò rap­p­re­sen­ta dunque una impor­tan­tis­si­ma oppor­tu­nità per l’intero Alto Gar­da e la vic­i­na Valsabbia.

Parole chiave: