I sindaci contestano i tempi proposti dall’Anas per la costruzione del tunnel sulla Gardesana. Elena: «Lavori già appaltati? Anche in Val di Susa era accaduto lo stesso»

Oggi dal prefetto il «fronte del no»

14/11/2006 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

L’in­con­tro che ques­ta mat­ti­na, alle nove, vedrà di fronte il Prefet­to di Bres­cia Francesco Pao­lo Tron­ca ed il pres­i­dente del­la Comu­nità mon­tana del­l’Al­to Gar­da Bruno Faus­ti­ni, accom­pa­g­na­to dal sin­da­co di Toscolano Mader­no Pao­lo Ele­na, cos­ti­tu­isce il pri­mo dei due ten­ta­tivi di soluzione del prob­le­ma causato dal­la costruzione del­la nuo­va gal­le­ria di For­bisi­cle, in comune di Tig­nale. Il lavoro (cos­to totale di 23 mil­ioni per un tun­nel di 900 metri cir­ca) dove­va iniziare ieri. Faus­ti­ni ed Ele­na esporran­no le ragioni degli ammin­is­tra­tori altog­a­rde­sani che, tra di loro, si sono già con­frontati più volte, l’ul­ti­ma solo ven­erdì scor­so, dopo l’e­mis­sione del­l’or­di­nan­za da parte del­l’Anas di chiusura a inter­mit­ten­za per la Statale 45 bis fino a giug­no 2007.A fronte del­la lev­a­ta di scu­di dei pri­mi cit­ta­di­ni altog­a­rde­sani, sono emerse due pos­si­bil­ità. La più rad­i­cale prevede­va un sit-in per bloc­care i lavori, sul mod­el­lo No- reso cele­bre in Valle di Susa. Si è, poi, fat­ta largo la stra­da del­la trat­ta­ti­va, che va in por­to ques­ta mat­ti­na. Pao­lo Ele­na, comunque, mette subito le cose in chiaro, rib­aden­do che «la Garde­sana non può essere trat­ta­ta così e il pro­gram­ma di lavori pre­sen­ta­to dal­l’Anas non può essere accetta­to». Di fronte all’o­biezione che potrebbe essere tar­di per protestare, vis­to che i lavori sono già sta­ti appal­tati, la rispos­ta di Ele­na è lap­i­daria: «Anche in Valle Susa era­no già sta­ti appaltati».Intanto, si guar­da con fidu­cia nel­la nuo­va car­ta che sarà pos­si­bile gio­care ven­erdì 17, in occa­sione del­la visi­ta del min­istro delle Infra­strut­ture Anto­nio di Pietro a Bres­cia e «in quel­la cir­costan­za vor­rem­mo avere anche una nos­tra rap­p­re­sen­tan­za», si augu­ra il pri­mo cit­tadi­no di Toscolano Mader­no. A muover­si a Roma è sta­to soprat­tut­to il dep­u­ta­to diessi­no Fran­co Tolot­ti, sostenu­to da (Margheri­ta) e Ste­fano Saglia (AN). Tolot­ti ha mes­so al cor­rente del­l’inizia­ti­va polit­i­ca sia l’Anas che il Prefet­to. Per Man­lio Bon­in­con­tri, sin­da­co di Tig­nale, sul cui ter­ri­to­rio il tun­nel ver­rà sca­v­a­to, «la par­ti­ta si gio­ca soprat­tut­to a liv­el­lo politi­co e pro­prio a questo liv­el­lo neces­si­ta man­tenere alto il con­fron­to, andan­do oltre i procla­mi che pos­sono essere lan­ciati a cal­do. C’è da aggiun­gere che in dis­cus­sione, per molti sin­daci, non è l’opera in sé, cioè la costruzione del­la gal­le­ria, ma le modal­ità ed i tem­pi che sono sta­ti det­tati per i lavori».Ricordiamo che a For­bisi­cle si lavor­erà a par­tire da qualche deci­na di metri a nord del­l’omon­i­mo hotel fino all’im­boc­co del­la gal­le­ria che corre alle spalle di Cam­pi­one. Il crono­pro­gram­ma Anas prevede lavori fino al giug­no 2007, con inter­ruzioni totali del­la stra­da (fat­te salve tre finestre orarie la mat­ti­na, a mez­zo­giorno e la sera), affi­an­cate a pos­si­bil­ità di tran­si­to a sen­so uni­co alter­na­to e ad una terza pos­si­bil­ità: il tran­si­to a sen­so uni­co alter­na­to, che può anche divenire stop totale, sem­pre con le tre finestre di tran­si­to. Non si lavo­ra di notte, nei fine set­ti­mana e nelle fes­tiv­ità. Lavori inter­rot­ti per le fes­tiv­ità natal­izie ma nes­suna pre­vi­sione di stop per Pasqua, Pen­te­coste e altri pon­ti pri­maver­ili. Resterà inoltre da sciogliere un nodo anco­ra peg­giore, sep­pure più lon­tano nel tem­po: la ven­ti­la­ta chiusura totale del­la Garde­sana dal­l’ot­to­bre 2007 al mar­zo 2008 per il com­ple­ta­men­to delle opere. Una sin­te­si del­la attuale situ­azione era sta­ta oper­a­ta da Bruno Faus­ti­ni, pres­i­dente del­la Comu­nità Mon­tana, dopo l’in­con­tro dei sin­daci del 10 novem­bre scor­so. Faus­ti­ni ricor­da che già il «5 otto­bre gli enti Locali altog­a­rde­sani ave­vano aspra­mente con­tes­ta­to il crono­pro­gram­ma, rel­a­ti­vo ai lavori per la real­iz­zazione del­la gal­le­ria di For­bisi­cle. In quel­la occa­sione il diri­gente del com­par­ti­men­to Anas assi­cu­ra­va che entro 10 giorni avrebbe fat­to per­venire un crono­pro­gram­ma mod­i­fi­ca­to. Solo in data 9 novem­bre è per­venu­ta la boz­za di crono­pro­gram­ma, con 34 giorni di ritar­do e sen­za alcu­na mod­i­fi­ca capace di rispon­dere alle esi­gen­ze ed ai prob­le­mi prospet­tati». Le richi­este: nes­suna lim­i­tazione al traf­fi­co dopo il 31 mar­zo 2007 e finestre di aper­tu­ra con­cor­date e com­pat­i­bili con le esi­gen­ze del­la popo­lazione anche nel peri­o­do inver­nale.

Parole chiave: -