Salò, riflettori sul ’900 gardesano

Oggi e domani studiosi a confronto sulla nostra storia recente

28/09/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
se.za.

Le Gior­nate nazion­ali dei castel­li e il con­veg­no di Lona­to (ne par­liamo a fian­co) saran­no pre­ce­dute da una ghiot­ta antic­i­pazione di notev­ole spes­sore stori­co. Oggi e domani l’asses­so­ra­to alla Cul­tura del Comune di Salò ospi­ta due man­i­fes­tazioni di rilie­vo, orga­niz­zate con la col­lab­o­razione dal­l’As­so­ci­azione stori­co arche­o­log­i­ca del­la Riv­iera del Gar­da bres­ciano, pre­siedu­ta da Mire­lia Scud­el­lari. A par­tire dalle ore 9, nel­la sala con­sil­iare, si ter­rà un con­veg­no inti­to­la­to «Il e la sto­ria del ‘900», nel­l’am­bito del quale ver­ran­no affrontate le vicende politiche e i ris­volti cul­tur­ali del sec­o­lo sul ter­ri­to­rio bena­cense. Dopo il salu­to del sin­da­co, avv. , il sem­i­nario prevede un inter­ven­to del prof. Car­lo Simoni sul tema «Dal­la macros­to­ria alla micros­to­ria». Nel­l’or­dine, seguiran­no il prof. Gian­fran­co Por­ta sul tema «Le vicende politiche e mil­i­tari del ‘900»; il prof. Domeni­co Fava su «La grande guer­ra al con­fine con la valle di Ledro»; il prof. Francesco Ger­mi­nario su «La Repub­bli­ca sociale ital­iana: Salò cap­i­tale d’I­talia». Dopo la pausa pran­zo, alle ore 15 relazion­erà il prof. Mau­ro Grazi­oli su «Il tur­is­mo sul Gar­da agli inizi del ‘900», quin­di i pro­fes­sori Pier («Il tur­is­mo alla fine del ‘900»), Titus Hey­den­re­ich («Sog­no, meta, metafo­ra: poeti sul lago»), Gian Pao­lo Trec­ca­ni («Itin­er­ari d’ar­chitet­tura con­tem­po­ranea»), Mau­r­izio Pegrari («Il Gar­da quartiere d’Eu­ropa»). La con­clu­sione è pre­vista attorno alle 18. A ques­ta inizia­ti­va il Comune di Salò ha asso­ci­a­to la Rasseg­na del libro garde­sano. In ques­ta occa­sione, all’in­ter­no del­la mostra che sarà allesti­ta nel­la Sala dei Provved­i­tori, ver­ran­no esposte alcune pub­bli­cazioni, inci­sioni, stampe antiche di pro­pri­età del­l’archiv­io pri­va­to «Galeazzi» e un prezioso Grad­uale in gre­go­ri­ano del sec­o­lo XV, di pro­pri­età del­l’Ate­neo. Sarà anche l’oc­ca­sione per pub­bli­ciz­zare la libre­ria più for­ni­ta del lago, ovvero il book­shop comu­nale gesti­to da Lui­gi Goz­za. La mostra rimar­rà aper­ta fino al 7 otto­bre, orario 10–12 e 15–18. Durante la cer­i­mo­nia di inau­gu­razione del­la mostra, domani alle ore 9, ver­ran­no con­seg­nati i pre­mi (in lib­ri) asseg­nati agli stu­den­ti delle scuole medie e supe­ri­ori che han­no parte­ci­pa­to al con­cor­so orga­niz­za­to dal­l’As­so­ci­azione stori­co arche­o­log­i­ca del­la Riv­iera, avente per ogget­to ricerche riguardan­ti il ter­ri­to­rio locale. Il pri­mo pre­mio sarà offer­to dal comune, il sec­on­do dal Ban­co di Bres­cia e il ter­zo dal­l’Asar. L’Ate­neo attribuirà un ulte­ri­ore riconosci­men­to alla migliore tesina di ogni isti­tu­to superiore.