Decolla anche la Giunta bis «dei sindaci»

Oliari alla guida del C9

19/07/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Vito Oliari, sin­da­co di Tiarno di Sopra, già asses­sore, è il nuo­vo pres­i­dente del Com­pren­so­rio C9. E’ sta­to elet­to dal­l’assem­blea lunedì sera, con 33 voti su 40 pre­sen­ti. Oliari suc­cede a Bernar­do Pen­ner ed è già pien­amente operativo.Assieme a Vito Oliari, l’assem­blea ha chiam­a­to in Giun­ta altri sei asses­sori, tut­ti pri­mi cit­ta­di­ni di altret­tan­ti cen­tri del Bas­so Sar­ca: il rivano Cesare Mal­ossi­ni e l’arcense Rena­to Verone­si (che rap­p­re­sen­tano la con­ti­nu­ità rispet­to alla vec­chia Giun­ta), Gian­mar­co Maroc­chi di Ten­no, Gian­ni Benuzzi di Dro, Mau­ro Col­lot­ta di Bezzec­ca e Fran­co Brighen­ti di Moli­na di Ledro. E’ sta­ta quin­di ripetu­ta l’es­pe­rien­za del­la cosid­det­ta «Giun­ta dei sin­daci», inau­gu­ra­ta nel lon­tano 1995, quan­do sem­bra­va che la rifor­ma dei Com­pren­sori fos­se alle porte e che l’ente fos­se in smo­bil­i­tazione repentina.Non è sta­to così e ancor oggi è dif­fi­cile dire quan­do il tan­to vitu­per­a­to Com­pren­so­rio sarà sos­ti­tu­ito da qual­cos’al­tro. Forse pro­prio per questo anche il grup­po di mino­ran­za del­la «Casa delle Lib­ertà», ha scel­to di garan­tire il numero legale, dopo che Pao­lo Mat­teot­ti e Tonel­li (del­la Margheri­ta) ave­vano prova­to a con­vin­cere l’assem­blea di rin­viare le nomine a set­tem­bre, anche per­chè la nuo­va Giun­ta di Oliari non ave­va pre­sen­ta­to un doc­u­men­to programmatico.«Abbiamo chiesto ed ottenu­to l’im­peg­no di Oliari a portare in Com­pren­so­rio temi gen­er­ali di grande inter­esse, come la e la san­ità — ha det­to Niko Pose­n­a­to di Forza Italia, a nome del­la Casa delle Lib­ertà — Il pres­i­dente ha rispos­to pos­i­ti­va­mente e per questo lo abbi­amo votato».Venerdì mat­ti­na la nuo­va Giun­ta del C9, gui­da­ta da Oliari, si riu­nirà per ripar­tire le cariche al suo interno.