Oltre trecento persone a Monzambano per “Calici sotto le stelle”

12/08/2013 in Manifestazioni
Di Luigi Del Pozzo

Ha avu­to pieno suc­ces­so l’edi­zione 2013 di “Cali­ci di stelle”, anda­ta in sce­na nel­la cor­nice del­la piazzetta delle Arti e Mestieri a Mon­zam­bano, nel­la ser­a­ta di saba­to 10 agos­to. L’even­to è sta­to reso pos­si­bile dal Movi­men­to Tur­is­mo del e Cit­tà del Vino che si sono unite per dare vita alla ser­a­ta che quest’anno ave­va come fil rouge l’omaggio a , di cui quest’an­no ricorre il bicen­te­nario del­la nasci­ta. Le quat­tro cit­tà del vino man­to­vane di Mon­zam­bano, Cavri­ana, Quis­tel­lo e Vol­ta Man­to­vana si sono unite per orga­niz­zare una cena prepara­ta dai migliori ris­toran­ti del­la zona con e vini delle can­tine man­to­vane. La ser­a­ta è sta­ta inoltre alli­eta­ta da momen­ti musi­cali e da spet­ta­coli con balleiri­ni e acro­bati. Più di 300 i com­men­sali che han­no pre­so parte alla cena di gala.

Sindaco di MonzambanoA fare gli onori di casa il Sin­da­co di Mon­zam­bano Angi­oli­na Bom­pieri che ha dato un caloroso ben­venu­to a tut­ti, a nome anche dei pri­mi cit­ta­di­ni di Cavri­ana, Quis­tel­lo e Vol­ta Man­to­vana Ton­di­ni, Malavasi e Ada­mi pre­sen­ti alla ser­a­ta.

Insieme abbi­amo volu­to con­di­videre questo even­to di impor­tan­za nazionale — ha esor­di­to il sin­da­co Bom­pieri — che ci per­me­tte di esprimere un’ec­cel­len­za del nos­tro ter­ri­to­rio che è la pro­duzione vini­co­la”.

Lo scor­so anno a Vol­ta Man­to­vana i comu­ni del vino ave­vano già lavo­ra­to insieme, trasfor­man­do “Cali­ci di stelle” in un’oc­ca­sione per la rac­col­ta di fon­di per il Comune ter­re­mo­ta­to di Quis­tel­lo. Nel­la ser­a­ta di saba­to i quat­tro sin­daci, assieme al pres­i­dente del­la Provin­cia Alessan­dro Pas­tac­ci, han­no per l’oc­ca­sione fir­ma­to un pro­to­col­lo di inte­sa per­chè la man­i­fes­tazione si svol­ga ogni anno in questi quat­tro comu­ni. Dopo Vol­ta Man­to­vana e Mon­zam­bano il prossi­mo anno sarà la vol­ta di Cavri­ana e l’an­no suc­ces­si­vo di Quis­tel­lo. Era­no numerose le autorità pre­sen­ti a aprtire dal­l’Onorev­ole Gio­van­na Martel­li, già cita­to pres­i­dente Pas­tac­ci, l’asses­sore provin­ciale Mau­r­izio Castel­li, i sin­daci di San Benedet­to Po e di Susti­nente Giavazzi e Pinzetta, i vicesin­daci di Cas­tiglione delle Stiviere e di Pon­ti sul Min­cio Leo­ci e Salan­di­ni, il colon­nel­lo del­la Guardia di Finan­za di Man­to­va Rober­to Coruzzi, il cap­i­tano dei cara­binieri di Cas­tiglione delle Stiviere Gio­van­ni Pil­lit­teri, il pres­i­dente del Par­co del Min­cio Mau­r­izio Pel­lizzer, il pres­i­dente del Con­sorzio tutela vini man­to­vani Luciano Bul­gar­el­li, il pres­i­dente del­la Stra­da dei vini e sapori man­to­vani Gian­ni Bosel­li e il fun­zionario del­la Provin­cia Dino Ster­mieri. Pre­sen­ti anche rap­p­re­sen­tan­ti di Coldiret­ti, Cia e Confa­gri­coltura, delle pro loco di Vol­ta Man­to­vana e Mon­zam­bano, del Con­sorzio del mel­one man­to­vano e del Gal Colline Moreniche del Gar­da. I vini sono sta­ti servi­ti da oper­a­tori del­l’On­av.

Benhur TondiniDopo l’aper­i­ti­vo la cena è inizia­ta con un antipas­to di prosi­cut­to e mel­one accom­pa­g­na­to da un Sauvi­gnon blanc dei col­li man­to­vani doc. A seguire un riso man­to­vano con spumante Cà Roma Rosè e gam­beretti assieme a uno spumante rosa. E anco­ra mac­cheronci­ni al tor­chio con tro­ta del Min­cio affu­mi­ca­ta assieme ad un Gar­da Chardon­nay Merid­i­ano doc. Come sec­on­do è sta­ta servi­ta una spal­la cot­ta con let­to di ver­dure alla juli­enne che si sposa­va ad un lam­br­us­co man­to­vano rosso di Quis­tel­lo IGT e ad un mer­lot Monte Cer­vo IGP. Come ultime por­tate del­la ser­a­ta for­mag­gi del­la tradizione con vin cot­to e con­fet­ture di alchechen­gi assieme ad un Mon­tevolpe rosso IGt e infine una mace­do­nia di frut­ta di sta­gione cui era­no abbinati dei pas­si­ti. Le can­tine ader­en­ti era­no la soci­età agri­co­la Cobel­li, la Bertagna, l’agri­t­ur­is­mo can­ti­na Cà Roma, la Can­ti­na col­li moreni­ci alto man­to­vano, la can­ti­na Gozzi, la Pezzi­ni, la can­ti­na Reale, l’azien­da agri­co­la Ric­chi, la tenu­ta Mad­dale­na e la can­ti­na sociale di Quis­tel­lo. In con­tem­po­ranea alla ser­a­ta di Mon­zam­bano a Vol­ta Man­to­vana son ostate aperte al pub­bli­co le ex scud­erie di Palaz­zo Gon­za­ga dove gli astro­fili di San benedet­to Po han­no fat­to osser­vare al pub­bli­co pre­sente le stelle nel­la notte di San Loren­zo.