Il Centro diurno integrato fa un altro passo avanti

OPERA DA 800 MILIONI

Di Luca Delpozzo
e.b.

Mer­coledì 31 otto­bre all’uf­fi­cio tec­ni­co comu­nale si svol­gerà la gara per asseg­nare i lavori al Cen­tro diurno inte­gra­to di via Garibal­di. Si trat­ta di un appal­to da poco meno di 800 mil­ioni, e cos­ti­tu­isce il ter­zo stral­cio delle opere di ristrut­turazione del com­par­to ex Opg da adibire a servizi socio assis­ten­ziali e ricettivi per la terza età. Con­statate le lun­gag­gi­ni buro­cratiche per ottenere finanzi­a­men­ti region­ali, l’am­min­is­trazione ha deciso di uti­liz­zare i proven­ti del­la col­lo­cazione sul mer­ca­to dei Boc, buoni obbligazionari comu­nali. Il Cen­tro diurno inte­gra­to sarà in gra­do di ospitare quo­tid­i­ana­mente una venti­na di anziani, non auto­suf­fi­ci­en­ti totali o parziali.Una sor­ta di casa di riposo sen­za per­not­ta­men­to, con l’in­gres­so di mat­ti­na e il ritorno in famiglia la sera. Un aiu­to con­cre­to per chi lavo­ra ed ha un anziano in casa, eppure non vuole ricov­er­ar­lo in una res­i­den­za vera e pro­pria. I servizi saran­no moltepli­ci, da quel­li san­i­tari all’as­sis­ten­za gener­i­ca, poi la fisioter­apia e altre oppor­tu­nità che pos­sano ren­dere ser­e­na la gior­na­ta degli ospi­ti. Saran­no coin­volti nel­la ges­tione del Cen­tro diurno inte­gra­to sia il comune, sia l’Asl, e anche la casa di riposo locale, la Zanet­ti-Cominel­li, con la quale l’am­min­is­trazione ha fir­ma­to un’ap­posi­ta con­ven­zione. Dopo l’as­ta di fine otto­bre, dal momen­to del­la con­seg­na dei lavori, l’im­pre­sa che si aggiu­dicherà l’ap­pal­to avrà 200 giorni di tem­po per con­clud­ere l’in­ter­ven­to sul­lo sta­bile com­pre­so tra le vie Ordani­no e Garibal­di. Per quan­to riguar­da i mini allog­gi, che con il diurno e l’in­te­gra­to for­mano una cit­tadel­la del­la terza età costa­ta 3 mil­iar­di, si attende la for­mazione del­la grad­u­a­to­ria d’accesso.