Opera Factory: Verdi e Shakespeare in progress

24/05/2013 in Spettacoli, Teatro
2013 Opera Factory_Foto Ennevi
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Saba­to 25 mag­gio alle ore 20.30 al Teatro Ris­tori di Verona pre­sen­tazione riv­ol­ta al grande pub­bli­co del lab­o­ra­to­rio Opera Fac­to­ry e delle nuove pro­duzioni di teatro musi­cale da cam­era.

2013 Opera Factory_Foto Ennevi

Il prog­et­to Opera Fac­to­ry, ideato dal reg­ista Francesco Miche­li, s’inserisce nell’ambito di Nov­Opera Cen­tro ital­iano di ricer­ca e sper­i­men­tazione sul teatro musi­cale e core­uti­co, pro­mosso a par­tire dal 2013 da Fon­dazione Are­na di Verona in col­lab­o­razione con Verona Accad­e­mia per l’Opera ital­iana. Part­ner di prog­et­to anche As.Li.Co. e la Fon­dazione I Teatri di Reg­gio Emil­ia.

L’obiettivo prevede la creazione di for­mat orig­i­nali di nuove opere, per attrarre e for­mare un nuo­vo pub­bli­co di gio­vani, appas­sion­ati e addet­ti ai lavori. In questo pri­mo anno Opera Fac­to­ry ha arti­co­la­to il suo per­cor­so di ricer­ca sull’arte di Giuseppe Ver­di, rileggen­done la teatral­ità attra­ver­so il legame con i testi ed i sogget­ti di William Shake­speare.

Da qui è nato Ver­di e Shake­speare in progress, che ha por­ta­to alla creazione di quat­tro nuove pro­duzioni di teatro musi­cale da cam­era: DROPBOXVERDI-TRILOGIA POPOLARE, MR.MACBETH, OTHELLOSEXMACHINE e FALSTAFF A PEZZI/LA SIT-OPERA, ad opera di artisti delle ultime gen­er­azioni e di varie nazion­al­ità, che si avviano ai mestieri del teatro, riu­ni­ti per sper­i­menta­re le strut­ture e gli stile­mi del­la tradizione, real­iz­zan­do spet­ta­coli a “for­ma­to ridot­to” e rin­no­vati nelle forme.

Al prog­et­to han­no parte­ci­pa­to 22 gio­vani ricer­ca­tori inter­nazion­ali, prove­ni­en­ti da Italia, Israele, Ger­ma­nia, Rus­sia e Spagna cos­ti­tu­iti in 4 grup­pi, ognuno dei quali for­ma­to da un dram­matur­go, un com­pos­i­tore, un reg­ista, uno scenografo ed un cos­tu­mista.

Una comu­nità cre­ati­va, segui­ta e sti­mo­la­ta da alcu­ni dei più sig­ni­fica­tivi artisti del­la sce­na ital­iana, che per
l’occasione han­no indos­sato i pan­ni di maestri-tutor, addet­ti alle speci­fiche dis­ci­pline: Gior­gio Bat­tis­tel­li e Ivan 2013 Opera Factory Foto EnneviFedele per i com­pos­i­tori, Daniele Abba­do e Francesco Miche­li per i reg­isti, Edoar­do Sanchi per gli scenografi, Car­la Teti per i cos­tu­misti, Vin­cen­zo De Vivo per i libret­tisti, Gian­car­lo Cauteruc­cio per le nuove tec­nolo­gie. Il peri­o­do di ricer­ca è dura­to un intero anno e si è svilup­pa­to a par­tire dai titoli ver­diani che trag­gono ispi­razione dai testi di Shake­speare: Otel­lo, Mac­beth e Fal­staff. Il quar­to lavoro invece ha volu­to unire opera e teatro di nar­razione, coglien­do il filo rosso che lega i tre cap­ola­vori del­la “trilo­gia popo­lare” — Rigo­let­to, Il Trova­tore, La Travi­a­ta — in cartel­lone per il Fes­ti­val del Cen­te­nario dell’Arena di Verona. La fase suc­ces­si­va, il lab­o­ra­to­rio-stu­dio del prog­et­to, si è con­cen­tra­ta sul­la conoscen­za degli ele­men­ti che fon­dano i 4 prog­et­ti, per dare vita a creazioni al pas­so con i nos­tri tem­pi «post-atom­i­ci e glob­al­iz­za­ti».

Saba­to 25 mag­gio al Teatro Ris­tori in un rac­con­to corale ver­ran­no pre­sen­tati i quat­tro prog­et­ti: ogni grup­po illus­tr­erà il lavoro svolto, mostran­do al pub­bli­co gli ele­men­ti fon­dan­ti del­la nuo­va opera. Al ter­mine del pro­prio inter­ven­to, ver­rà con­seg­na­to uffi­cial­mente alla Fon­dazione Are­na di Verona il prog­et­to com­ple­to di par­ti­tu­ra, libret­to, bozzetti delle scene e fig­uri­ni dei cos­tu­mi.

Ingres­so libero fino ad esauri­men­to dei posti disponi­bili.

Per infor­mazioni: 

Verona Accad­e­mia per l’Opera Ital­iana

Tel. (+39) 045 8031012 – (+39) 331 6168512 –

novoperafactory@gmail.comwww.operacademyverona.org

Fon­dazione Are­na di Verona

Uffi­cio Stam­pa tel. (+39) 045 805.1861–1891 — ufficio.stampa@arenadiverona.it

Call cen­ter (+39) 045 800.5151 — www.arena.it

Commenti

commenti