A Moniga e Manerba gli allarmi delle abitazioni saranno collegati alla centrale dei Vigili. I cittadini pagheranno una quota all’Associazione dei Comuni

Operazione «case sicure»

10/03/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

L’Unione dei Comu­ni del­la Valte­n­e­si (com­pos­to da Moni­ga e Maner­ba) ha approva­to il bilan­cio di pre­vi­sione 2006, l’ultimo dell’attuale ammin­is­trazione di Moni­ga, Comune che il 28 e 29 mag­gio andrà alle urne. E in quell’occasione è sta­to approva­to anche il nuo­vo servizio che Valte­n­e­si Sicu­ra offrirà ai cit­ta­di­ni: il col­lega­men­to degli allar­mi delle abitazioni diret­ta­mente con la cen­trale oper­a­ti­va del­la del­la Valte­n­e­si. Gli abi­tan­ti dovran­no pagare una quo­ta annuale per il servizio, che ver­rà gesti­to dall’Unione dei Comu­ni del­la Valte­n­e­si, e che è sta­to reso pos­si­bile gra­zie all’emendamento inser­i­to nel decre­to «mille pro­roghe», scrit­to dal sin­da­co di Moni­ga, Mas­si­mo Polli­ni, e por­ta­to avan­ti dagli onorevoli bres­ciani Paroli e Pas­tore. Alla dis­cus­sione sul bilan­cio di pre­vi­sione 2006 era­no assen­ti le mino­ranze. E l’assenza del con­sigliere Lorel­la Lavo di Moni­ga con­fer­ma la pre­sa di posizione che l’opposizione ave­va assun­to nel cor­so del con­siglio comu­nale, quan­do ha abban­do­na­to l’aula. È sem­pre una for­ma di protes­ta nei con­fron­ti del­la mag­gio­ran­za, che non ha saputo dare spie­gazioni esaus­tive sulle diverse voci del bilan­cio. Il bilan­cio tri­en­nale dell’Unione dei Comu­ni si è con­cen­tra­to par­ti­co­lar­mente sull’anno in cor­so, essendo Moni­ga prossi­ma alle elezioni. Nel 2006 sono pre­visti 5 mil­ioni e 112 mila euro di entrate cor­ren­ti a fronte di 5 mil­ioni e 95 mila euro di uscite. Quest’anno le entrate trib­u­tarie tor­nano di com­pe­ten­za dei sin­goli comu­ni e quin­di le uniche fonti di entra­ta per l’Unione restano quelle extra­tribu­tarie (proven­ti da mense e trasporti sco­las­ti­ci oltre alle sanzioni per vio­lazioni al codice del­la stra­da per un totale di 883 mila euro) ed i trasfer­i­men­ti statali e region­ali. Nel 2006 sono pre­visti trasfer­i­men­ti statali e region­ali pari a 517.800 euro, con­sen­ten­do un risparmio ai Comu­ni del 6.50% del­la spe­sa cor­rente annuale, cifra vic­i­na a quel­la arriva­ta nel 2005 che era di 543 mila euro. La cifra è sud­di­visa tra i 456 mila euro di con­trib­u­to statale pre­visti (in lieve aumen­to rispet­to allo scor­so anno, sebbene le Unioni sul ter­ri­to­rio nazionale siano pas­sate da 250 a 270), e 61.800 euro di con­trib­u­to regionale. Inoltre sono da reg­is­trare altri trasfer­i­men­ti region­ali per la man­i­fes­tazione del di Moni­ga (26 mila euro), 5 mila per i dell’Unione e 50 mila per il prog­et­to Valte­n­e­si Sicu­ra del­la Polizia locale dell’Unione. Le spese cor­ren­ti sono di 5 mil­ioni e 42 mila euro, l’11% in meno dell’anno prece­dente, dovu­to al fat­to che la pub­bli­ca illu­mi­nazione ed il verde pub­bli­co non sono più servizi trasfer­i­ti all’Unione, così come i trib­u­ti men­tre lo diven­ta il com­mer­cio, ma gesti­ti diret­ta­mente dai Comu­ni; e dal tur­is­mo che ha meno trasfer­i­men­ti del 2005. Gli inves­ti­men­ti dell’Unione sono pari a 15 mil­ioni e 883 mila euro, di cui 666.570 euro a cari­co del comune di Moni­ga ed un mil­ione e 634 mila euro a cari­co di quel­lo di Maner­ba. I mag­giori inter­ven­ti per Moni­ga nel cor­so dell’anno sono la real­iz­zazione dell’isola eco­log­i­ca (con un mutuo da 230 mila euro), l’apertura di un acces­so a lago in via San Michele (con un mutuo da 102 mila euro) e la ristrut­turazione del­la scuo­la ele­mentare (con un mutuo da 50 mila). Men­tre Maner­ba, tra le opere mag­giori, ha mes­so in pre­vi­sione nel 2007 l’ampliamento del­la scuo­la mater­na per 150 mila euro. Nel 2006 viene ripro­pos­to il Pisl (Piano inter­ven­ti di svilup­po locale), che vede un finanzi­a­men­to regionale pari al 49% dell’investimento ed un finanzi­a­men­to provin­ciale dell’1.38%, la cui attuazione ha subito ritar­di a causa delle elezioni region­ali e nel quale l’Unione servirà da organ­is­mo coor­di­na­tore nel­la ges­tione e real­iz­zazione di opere pub­bliche negli altri comu­ni del­la Valte­n­e­si. Moni­ga ricev­erà con­tribu­ti region­ali per la sis­temazione del castel­lo e di piaz­za San Mar­ti­no; Maner­ba per il recu­pero delle frazioni Bal­biana, Gar­don­ci­no e la ristrut­turazione di palaz­zo San­dri­ni; Polpe­nazze per la riqual­i­fi­cazione di piaz­za Biolchi; Pueg­na­go per la sis­temazione di palaz­zo Tebal­di­ni; San Felice per la pista ; Soiano per la pista cicla­bile ed ippi­ca con recu­pero dell’area ester­na al castel­lo e la val­oriz­zazione delle vie del cen­tro storico.