Nozze con vista sul lago per Romeo e Giulietta

Originale cerimonia ad Albisano

07/05/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
(g.m.)

Giuli­et­ta e Romeo sposi in chiesa ad Albisano. Con buona pace delle famiglie dei Capuleti e dei Mon­tec­chi, oltre che di Tebal­do e di Paride. E chissà che cosa avrebbe pen­sato William Shakesper­are se fos­se sta­to pre­sente ieri alle 16 nel­la splen­di­da chiesa di San Mar­ti­no dove, a pro­nun­cia­re il fatidi­co «sì» davan­ti ad ami­ci e par­en­ti, sono sta­ti Giuli­et­ta Gira­mon­ti e Romeo Morat­ti, entram­bi di 32 anni, di orig­i­ni argen­tine lei e di Gar­da lui.Ad accom­pa­gnare la cer­i­mo­nia il coro di Gar­da, che ha ded­i­ca­to una can­zone agli ami­ci argen­ti­ni. Negli incon­sueti pan­ni di frate Loren­zo, che ave­va sposato i due aman­ti shakespe­ri­ani, il vul­cani­co don Clau­dio Cunego, par­ro­co di Albisano, davvero «lieto di cel­e­brare questo bel mat­ri­mo­nio tra due gio­vani che ben conosco».A parte i nomi, insom­ma, la Giuli­et­ta e il Romeo garde­sani poco ave­vano in comune con i per­son­ag­gi del­la trage­dia ma tut­ti, inevitabil­mente, han­no fat­to cor­rere il pen­siero all’opera sim­bo­lo di Verona nel mon­do intero. «Romeo fa il tappezziere», ha det­to non meno emozion­a­to don Clau­dio, «e da qualche anno ha conosci­u­to Giuli­et­ta, i cui non­ni era­no orig­i­nari di Albarè, anche se lei è in prat­i­ca argenti­na. Han­no fat­to il cor­so pre mat­ri­mo­ni­ale a Bar­dolino e, la domeni­ca, sono venu­ti molto spes­so a mes­sa ad Albisano, vista l’amicizia che ave­va­mo instau­ra­to tra il 1996 e il 2001, quan­do ero cura­to a Bardolino».Va det­to che la chiesa di Albisano è davvero molto get­to­na­ta per i mat­ri­moni. «Ovvi­a­mente», han­no scher­zosa­mente con­clu­so da Albisano, «auguri­amo ai nos­tri ami­ci Giuli­et­ta e Romeo di vivere sem­pre insieme feli­ci e con­tenti. Alla fac­cia dei loro più cele­bri, ma assai più sfor­tu­nati, omonimi».E, per iniziare bene la loro avven­tu­ra, i nov­el­li sposi sono par­ti­ti a bor­do di una mag­nifi­ca Alfa Romeo spi­der rosso fuo­co del 1961, rig­orosa­mente biposto.