Inaugurata a Calmasino la nuova esposizione del Consorzio agrario. I tecnici del settore agricolo si mettono a disposizione dei privati

Ortogarden, il giardino per tutti

19/04/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

La pro­fes­sion­al­ità e l’es­pe­rien­za dei tec­ni­ci del set­tore agri­co­lo al servizio dei pri­vati. E’ la stra­da imboc­ca­ta dal Con­sorzio Agrario lom­bar­do-vene­to con l’aper­tu­ra anche in provin­cia di Verona, dopo il felice esper­i­men­to acquisi­to nel vicenti­no, del pri­mo «ortog­a­rten». E’ sta­to uffi­cial­mente inagu­ra­to saba­to scor­so nel con­testo del­la rin­no­va­ta e ampli­a­ta agen­zia di Cal­masi­no, con sede da un paio d’an­ni in via Bisavola. Più di due­cen­to le per­sone, tra soci e cli­en­ti del Con­sorzio, pre­sen­ti alla tradizionale cer­i­mo­nia con taglio del nas­tro, benedi­zione del­la strut­tura da parte del par­ro­co don Sante Mon­ese e inter­ven­ti di cir­costan­za. «Con ques­ta oper­azione», ha pun­tu­al­iz­za­to Gior­gio Mori­ni, pres­i­dente del Con­sorzio che da qualche anno ha assun­to un ambito inter­re­gionale, «pun­ti­amo ad allargare la nos­tra attiv­ità sul ter­ri­to­rio avvic­i­nan­do­ci mag­gior­mente al pri­va­to cit­tadi­no, che ha bisog­no di con­sigli per la manuten­zione degli spazi ver­di, per vivere meglio i piac­eri del gia­r­di­nag­gio oppure di colti­vare l’or­to. «Ma anche di sug­ger­i­men­ti per la scelta di attrez­za­ture e l’u­so dei macchi­nari, del­la potatu­ra di piante, delle sem­i­ne e del­la conci­mazione dei ter­reni». In parole povere, si vuol met­tere a dis­po­sizione del con­suma­tore, attra­ver­so una rete di una set­tan­ti­na di pun­ti ven­di­ta spar­si cap­il­lar­mente sul ter­ri­to­rio, non solo un’este­sa gam­ma di prodot­ti, ma nel­lo stes­so tem­po offrire la pro­fes­sion­al­ità e la com­pe­ten­za di tec­ni­ci del Con­sorzio da anni impeg­nati nel set­tore agri­co­lo. E questo per l’u­ti­liz­zo di semen­ti e fer­til­iz­zan­ti, per la mes­sa a dimo­ra di piante e piantine di ogni genere, ma anche per impianti di irrigazione e inter­ven­ti piani­fi­cati nel seguire la cresci­ta del­l’or­to, o del gia­rdi­no. Un «ortog­a­rten» vis­to non solo come pun­to di ven­di­ta ma essen­zial­mente come gui­da per arrivare a sod­dis­fare i piac­eri del­l’or­to e del gia­r­di­nag­gio. Tra il folto pub­bli­co pre­sente all’i­nagu­razione ’era­no anche il sin­da­co Pietro Meschi con gli asses­sori, il sot­toseg­re­tario alle riforme e alla devoluzione on. Aldo Branch­er, nonché diver­si con­siglieri del Con­sorzio inter­re­gionale con il diret­tore Pier­lui­gi Guarise.