Sabato e domenica la rievocazione storica in costumi d’epoca

Ottone II torna con la Dieta che diede la libertà al paese

01/05/2003 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.b.

Ottone II nel­la Dieta di Verona con­cede, nell’anno 983, il pro­prio «priv­i­le­gio» alle gen­ti di Lazise. Un «diplo­ma», ovvero una spe­ciale autor­iz­zazione a che il ter­ri­to­rio di Lazise, sul lago di Gar­da, potesse godere di una cer­ta autono­mia e la conc­re­ta pos­si­bil­ità di esigere dazi e imporre tasse e trib­u­ti, sopratut­to sulle mer­ci in tran­si­to in acque lacuali. Del resto, la Dogana, anco­ra allo­ra era un pun­to di rifer­i­men­to sui dazi, divenu­ta poi, nel tem­po scaligero, un vero e pro­prio cen­tro di dazio su tutte le mer­ci. E la rie­vo­cazione stor­i­ca tor­na anche quest’anno a cal­care la sce­na per le vie del cen­tro stori­co all’interno delle mura scaligere, fra il castel­lo, la roc­ca, la dogana, le antiche porte e la darse­na e il lago di Gar­da. Sto­ria, leggen­da, antiche tradizioni, si mescolano in un tutt’uno per rie­vo­care la pri­mo­gen­i­tu­ra di «libero» comune d’Italia in con­comi­tan­za con il 7 mag­gio del lon­tano 983. Oltre 1.000 anni pas­sati, più di un sec­o­lo di sto­ria, ma il priv­i­le­gio otto­ni­ano è vivo più che mai fra gli orig­i­nari di Lazise. E per questo, in stret­ta col­lab­o­razione con la ammin­is­trazione comu­nale, il comi­ta­to «Otto­ni­ano» vuole ripro­por­lo al grande pub­bli­co, ai tur­isti, ai gemel­li di Rosen­heim. Dopodomani, saba­to, alle 10, ci sarà un incon­tro nelle scuole ele­men­tari e medie con i cav­a­lieri del Medieval Time di Caneva­World. Alle 21 Francesco Fontana pre­sen­terà «Il Priv­i­le­gio Otto­ni­ano». Sarà espos­ta al pub­bli­co la copia del Diplo­ma Otto­ni­ano. Domeni­ca, 4 mag­gio, ci sarà il momen­to clou del­la rie­vo­cazione stor­i­ca, con inizio alle 10.15. Dal­la Por­ta San Zeno, la por­ta a est del­la cit­tà, quel­la riv­ol­ta a Verona, par­tirà il cor­teo con tut­ti gli espo­nen­ti in cos­tume d’epoca. Sul suo destriero giungerà in piaz­za Vit­to­rio Emanuele l’Imperatore. L’araldo darà let­tura del priv­i­le­gio e quin­di Ottone II lo con­seg­n­erà al sin­da­co Luca Sebas­tiano. Alle 11 è pre­vis­to un brin­disi d’augurio con il delle aziende agri­cole locali, offer­to al pri­mo cit­tadi­no ad Ottone II e la sua scor­ta, ai fig­u­ran­ti, ai tur­isti. Alle 11.15 inizierà la sfi­la­ta dei cav­a­lieri con il cor­teo delle com­parse in cos­tume per le vie del cen­tro stori­co. Tut­ti i cos­tu­mi sono offer­ti dal­la Com­pag­nia del Sipario Medievale. Alle 15.30 cor­teo stori­co degli Orig­i­nari del­la Comu­ni­tatis Lacisien­sis in cos­tume d’epoca. Alle 19 sfi­la­ta di com­mi­a­to con i salu­ti alla cit­tad­i­nan­za. Sul por­to vec­chio e sul lun­go­la­go Mar­doni ci sarà la Fiera delle antiche arti e mestieri. Alli­eter­an­no la man­i­fes­tazione gli sbandier­a­tori ed i fal­conieri.

Parole chiave: