Oggi e domani corteo storico, giochi e cavalieri per la grande festa in costume. Quattro contrade in gara per conquistare il Palio

Padenghe, aria medievale

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Padenghe sul Garda

Sarà un fine set­ti­mana all’in­seg­na del recu­pero dei suoni, dei col­ori e dei sapori del­la tradizione medievale, ma soprat­tut­to del­la riscop­er­ta delle realtà storiche dei comu­ni del Gar­da, quel­lo orga­niz­za­to a Padenghe oggi e domani 18 agos­to. La man­i­fes­tazione, alla sua sec­on­da edi­zione, è sta­ta orga­niz­za­ta gra­zie al patrocinio del­l’Am­min­is­trazione comu­nale, in par­ti­co­lare dal­l’asses­so­ra­to allo Sport, e alla col­lab­o­razione del­la Polisporti­va «Vighen­zi», del­la Par­roc­chia, del grup­po , del grup­po gio­vani e dei comi­tati delle con­trade, sup­por­t­ati dal­l’or­ga­niz­zazione del­la Mas­ter Mar­ket­ing, soci­età esper­ta nel­l’alles­ti­men­to di even­ti a carat­tere stori­co e rie­voca­ti­vo. Per due giorni il comune del­la Valte­n­e­si sarà com­ple­ta­mente immer­so in una grande fes­ta a carat­tere medievale con tan­to di giullari, man­gia­fuo­co, tram­polieri, sbandier­a­tori e cav­a­lieri che intrat­ter­ran­no il pub­bli­co con giochi, sfi­late, numeri di abil­ità e sfide, e che si muover­an­no sul­lo sfon­do del bel cen­tro stori­co e, a ren­dere più cred­i­bile l’at­mos­fera medievale, sul­la scenografia del sug­ges­ti­vo castel­lo sovras­tante il paese, che sarà illu­mi­na­to dagli effet­ti pirotec­ni­ci dei fuochi d’ar­ti­fi­cio pre­visti per la ser­a­ta odier­na. La fes­ta vert­erà su tut­ta una serie di sfide e di gare, di tes­ti­mo­ni­a­ta orig­ine medievale, che gli alfieri e i cav­a­lieri, scelti a rap­p­re­sentare le quat­tro con­trade del paese, dovran­no affrontare per aggiu­di­car­si il Palio. Alla fine di ogni com­pe­tizione a ogni squadra ver­rà asseg­na­to un pun­teg­gio che ver­rà dis­tin­to in parziale, quel­lo rag­giun­to nel cor­so del­la pri­ma ser­a­ta, e totale, che, ottenu­to dal­la som­ma dei risul­tati ripor­tati il giorno suc­ces­si­vo, sarà deter­mi­nante per l’asseg­nazione del­la vit­to­ria alla con­tra­da più meritev­ole. La man­i­fes­tazione inizia stasera alle 20.30 e sarà aper­ta dal cor­teo stori­co che sfil­erà per le vie del cen­tro. Dopo l’e­si­bizione degli sbandier­a­tori com­in­cerà la pri­ma ses­sione delle gare tra gli alfieri, cinque per ogni con­tra­da, che si mis­ur­eran­no nel­la sfi­da del tiro alla fune, in quel­la del­la «con­te­sa del dazio» e «del bar­baro inva­sore», ten­tan­do di bat­tere gli avver­sari e di con­quistare pun­ti utili a sti­lare una pri­ma clas­si­fi­ca provvi­so­ria. La fes­ta ripren­derà domani mat­ti­na con la cer­i­mo­nia di investi­tu­ra dei cav­a­lieri e la benedi­zione dei loro destri­eri (ore 11) per poi pros­eguire con le gare equestri che porter­an­no i cav­a­lieri degli opposti schiera­men­ti a scon­trar­si nel cam­po sporti­vo. Al ter­mine delle numerose com­pe­tizioni sarà asseg­na­to il Palio des­ti­na­to a rimanere per un anno nel­la sede del­la con­tra­da vincitrice. Nel cor­so delle due gior­nate di gare ci saran­no anche momen­ti di intrat­ten­i­men­to in gra­do di alli­etare i pre­sen­ti con sim­u­lazioni di duel­li due­cen­teschi, di coin­vol­ger­li in sti­molan­ti gare di tiro con l’ar­co e di diver­tir­li con le spet­ta­co­lari esi­bizioni degli sbandier­a­tori e degli artisti di stra­da. Inoltre, sulle strade del cen­tro stori­co saran­no allestite le ban­car­elle del mer­cati­no medievale che esporran­no prodot­ti di arti­giana­to locale e disl ocati i pun­ti di ris­toro in cui assag­gia­re le spe­cial­ità culi­nar­ie dei comi­tati delle quat­tro con­trade, preparate nel pieno rispet­to delle più antiche tradizioni gas­tro­nomiche locali.

Parole chiave: