.

Padenghe fra le tappe del «Cantalago 2002»: «Speriamo che diventi appu

Di Luca Delpozzo
Padenghe sul Garda

Quest’an­no il Can­ta­la­go avrà una nuo­va tap­pa: Padenghe. La man­i­fes­tazione cano­ra itin­er­ante, inizia­ta il 4 luglio a Valeg­gio sul Min­cio, dopo aver già toc­ca­to i più impor­tan­ti cen­tri tur­is­ti­ci del Gar­da, approderà al comune del­la Valte­n­e­si mart­edì 6 agos­to. «Gen­eral­mente, lo scopo di qual­si­asi inizia­ti­va che inten­di­amo pro­porre — affer­ma l’asses­sore alla Cul­tura e alla Pub­bli­ca Istruzione, Ornel­la Franchi Giu­radeo — è quel­lo di atti­rare i tur­isti nel nos­tro comune gra­zie all’of­fer­ta di servizi e strut­ture sem­pre nuovi ed effi­ci­en­ti, e il fes­ti­val canoro orga­niz­za­to dal­l’as­so­ci­azione Bena­cus, per l’es­pe­rien­za e la fama acquisite in sette sta­gioni di spet­ta­coli di suc­ces­so, risponde pro­prio a ques­ta nos­tra esi­gen­za». In tut­ti questi anni, infat­ti, il Can­ta­la­go è rius­ci­to ad affer­mar­si come un grande even­to pro­mozionale per tut­ti quei pae­si del baci­no del Gar­da che han­no fat­to del tur­is­mo la loro des­ti­nazione prin­ci­pale. «E se anche a Padenghe — promette l’assessore Franchi Giu­radeo — riscon­tr­ere­mo lo stes­so entu­si­as­mo e lo stes­so gradi­men­to di pub­bli­co che da sem­pre accom­pa­g­nano la man­i­fes­tazione in tutte le sue tappe, sarem­mo con­tenti se il Can­ta­la­go diven­tasse un appun­ta­men­to fis­so del cal­en­dario delle man­i­fes­tazioni estive del nos­tro comune». Inoltre, per non smen­tire il vero scopo per cui ques­ta man­i­fes­tazione viene pro­mossa, cioè la ricer­ca di nuovi inter­preti e di nuovi autori da pro­porre alle case discogra­fiche, non va dimen­ti­ca­to che il fes­ti­val del lago, in tut­ti questi anni di attiv­ità, ha saputo offrire ai nuovi tal­en­ti la pos­si­bil­ità di esprimere le loro doti musi­cali e soprat­tut­to di far conoscere le loro opere. «Nel­l’aver accetta­to di intro­durre la man­i­fes­tazione cano­ra tra le inizia­tive estive del paese — speci­fi­ca l’asses­sore, che è una gran­dis­si­ma appas­sion­a­ta di qual­si­asi genere musi­cale — vor­rei pen­sare di aver dato un pic­co­lo con­trib­u­to alla musi­ca e un modesto aiu­to ai gio­vani che la suo­nano e la amano.