Oggi la cerimonia per il 4 novembre, con un corteo nel ricordo dei caduti

Padenghe, nuove bandiere per le scuole

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

L’Associazione nazionale com­bat­ten­ti e reduci di Padenghe, pre­siedu­ta da Ilio Baz­zoli, cel­e­bra oggi con una cer­i­mo­nia la fes­ta del 4 novem­bre. Alle ore 10 il ritro­vo di com­bat­ten­ti, reduci, famil­iari, sim­pa­tiz­zan­ti, ami­ci, autorità, inseg­nan­ti e alun­ni, davan­ti all’ex munici­pio in piaz­za Mat­teot­ti. La Giun­ta offrirà un rin­fres­co. Alle 10.40 si for­merà un cor­teo che sosterà per l’alzabandiera in viale Rimem­branze. Alle 11, nel­la par­roc­chiale di S. Maria e S. Emil­iano, il par­ro­co don Bruno Negret­to cele­br­erà la mes­sa in suf­fra­gio di tut­ti i cadu­ti in guer­ra. Alle 11.40 sarà depos­ta una coro­na di alloro al mon­u­men­to a tut­ti i cadu­ti. Baz­zoli leg­gerà la preghiera dei com­bat­ten­ti e reduci, quin­di ver­ran­no nom­i­nate le vit­time delle guerre. Seguiran­no i dis­cor­si delle autorità. Alle 12 il cor­teo farà tap­pa alle scuole ele­men­tari e medie: qui l’Amministrazione comu­nale gui­da­ta dal sin­da­co Gian­car­lo Alle­gri, insieme a Baz­zoli, don­erà alla scuo­la — che sarà rap­p­re­sen­ta­ta da inseg­nan­ti e alun­ni — due bandiere ital­iane che sos­ti­tuiran­no quelle esisten­ti ormai logore. Con l’ammainabandiera si con­clud­erà la sem­plice ma sig­ni­fica­ti­va cer­i­mo­nia. Poi, il cor­teo si fer­merà a deporre le coro­ne di alloro ai mon­u­men­ti degli e degli artiglieri. Alle ore 13 tut­ti insieme a pran­zo, all’agriturismo Ser­adel. «Nel 1970 — ricor­da Baz­zoli — quan­do ero sin­da­co di Padenghe, in viale Rimem­branze (al tem­po si chia­ma­va viale Roc­chet­ta), oltre al pen­none dell’alzabandiera, l’associazione e il Comune ave­vano pen­sato di piantare una quar­an­ti­na tra ole­an­dri e gestroemie, cias­cu­na con una targhet­ta a ricor­do dei cadu­ti di Padenghe». Un gesto per ren­dere omag­gio a chi ha dato la vita per la patria.

Parole chiave: