Il Comune avvia gli interventi finalizzati alla «zonizzazione acustica» del paese

Padenghe, Piano contro il rumore

Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

Pros­eguono le atten­zioni che l’Amministrazione comu­nale volge ver­so una sem­pre migliore qual­ità ambi­en­tale. Il sin­da­co, Gian­car­lo Alle­gri, ave­va avu­to modo di dichiarare, in occa­sione del rag­giung­i­men­to del­la cer­ti­fi­cazione ambi­en­tale Iso 14001, di «vol­er intrapren­dere azioni tese al miglio­ra­men­to del­la qual­ità ambi­en­tale del pro­prio ter­ri­to­rio, nell’ottica del gius­to equi­lib­rio tra la riduzione dell’impatto ambi­en­tale e la cresci­ta eco­nom­i­ca, quin­di ver­so il cosid­det­to svilup­po sosteni­bile». Dichiarazioni che pro­prio recen­te­mente han­no avu­to un segui­to attra­ver­so uno stu­dio per l’istituzione di un «Piano di zoniz­zazione acus­ti­ca». «Tale impeg­no non può cer­ta­mente pre­scindere dal rispet­to delle leg­gi in mate­ria di sal­va­guardia ambi­en­tale, tra le quali — affer­ma Gian­car­lo Alle­gri — le leg­gi sull’inquinamento acus­ti­co, prob­le­ma quest’ultimo, che negli ulti­mi anni ha avu­to nel nos­tro ter­ri­to­rio una cresci­ta espo­nen­ziale. Il rumore risul­ta essere uno degli inquinan­ti più sot­to­va­l­u­tati, nonos­tante pro­d­u­ca stress e rid­u­ca la qual­ità del­la vita. In tal sen­so, sul­la base dei dati in nos­tro pos­ses­so e delle richi­este dei cit­ta­di­ni, è sta­to atti­va­to dall’Amministrazione comu­nale nel mar­zo del 2004, uno stu­dio teso a rego­la­mentare in modo uni­vo­co il ter­ri­to­rio attra­ver­so un Piano di zoniz­zazione acus­ti­ca, che ha vis­to la sua approvazione dal Con­siglio comu­nale nel novem­bre scor­so. Il per­cor­so intrapre­so, che si com­pleterà con la defin­i­ti­va approvazione nell’estate prossi­ma, porterà ad una defin­i­ti­va clas­si­fi­cazione del ter­ri­to­rio in zone acus­tiche omo­ge­nee. Tale clas­si­fi­cazione rende per­tan­to la zoniz­zazione acus­ti­ca del tut­to sim­i­le ad un «Piano rego­la­tore gen­erale per il rumore» sta­bilen­do degli stan­dard di qual­ità acus­ti­ca asseg­nati come obi­et­ti­vo da rag­giun­gere nel breve-medio peri­o­do. Scopo prin­ci­pale del­la zoniz­zazione acus­ti­ca con­clude il sin­da­co Alle­gri — è quel­lo di per­me­t­tere una chiara indi­vid­u­azione dei liv­el­li mas­si­mi ammis­si­bili di rumor­osità, rel­a­tivi a qual­si­asi ambito ter­ri­to­ri­ale, e con­seguente­mente quel­lo di definire degli obi­et­tivi e lim­i­ti indero­ga­bili, gra­zie ai quali si ren­derà pos­si­bile e conc­re­ta­mente attua­bile una vera e pro­pria polit­i­ca di pre­ven­zione e controllo».