Un volume particolarmente interessante perché raccoglie la storia di questo paese di antiche tradizioni e cultura.

Padenghe sul Garda: un libro per ricordare!

20/12/2000 in Cultura
Di Luca Delpozzo

Ver­rà pre­sen­ta­to uffi­cial­mente ven­erdì sera (22 dicem­bre), ore 20,30, nel­la sala con­sil­iare del Comune di Padenghe, il libro “Padenghe sul Gar­da – alle radi­ci di una comu­nità” scrit­to da Andrea Nodari.Un vol­ume par­ti­co­lar­mente inter­es­sante per­ché rac­coglie la sto­ria di questo paese di antiche tradizioni e cul­tura. “Questo libro – scrive nel­la sua pre­sen­tazione il sin­da­co Gian­car­lo Alle­gri – offre a tut­ti i miei concit­ta­di­ni un viag­gio nel tem­po, nel nos­tro pas­sato, alle orig­i­ni del­la nos­tra ter­ra e del­la nos­tra cul­tura. È doveroso che l’Amministrazione Comu­nale sia pro­motrice e parte­cipi ad inizia­tive come ques­ta, che per­me­tte di conoscere, ampli­are, ma soprat­tut­to man­tenere sem­pre viva la nos­tra iden­tità. Le notizie rac­colte in questo testo, rel­a­tive ai vari inse­di­a­men­ti, luoghi, mon­u­men­ti, avven­i­men­ti e per­son­ag­gi riguardan­ti Padenghe e la sua comu­nità, derivano da fonti storiche e del­la cronaca degli ulti­mi anni, rac­colte con impeg­no e fat­i­ca dal prof. Andrea Nodari, docente pres­so la nos­tra scuo­la Media Statale e cit­tadi­no di Padenghe”.Anche Lucio Vez­zo­la, vice pres­i­dente vic­ario del­la BCC del Gar­da, che con il Comune di Padenghe ha sostenu­to l’impegno finanziario di ques­ta real­iz­zazione, ha rib­a­di­to che “dopo anni di dub­bi e incertezze final­mente anche il nos­tro paese ha la sua sto­ria, ha ritrova­to al sua memo­ria, mer­i­to del lavoro, del­la dedi­zione e del­la pas­sione del prof. Nodari. Come tutte le sto­rie impor­tan­ti anche ques­ta spazia in vari campi: dall’economia all’arte, dai ris­volti sociali a quel­li cul­tur­ali in una sin­te­si chiara e molto effi­cace. Nel libro – scrive anco­ra Lucio Vez­zo­la – un capi­to­lo è ded­i­ca­to alla Cas­sa Rurale ed arti­gianale di Padenghe, dal­la sua fon­dazione ad oggi, ricor­dan­dogli uomi­ni che la crearono, il cam­mi­no fat­to e le tappe più sig­ni­fica­tive colte, l’impegno sociale pro­fu­so e la tes­ti­mo­ni­an­za di sol­i­da­ri­età data alle clas­si più deboli ed alle isti­tuzioni sul territorio”.Il libro ver­rà omag­gia­to, e con­seg­na­to nei prossi­mi giorni, ad ogni capo famiglia del comune come stren­na natal­izia di questo 2000 da parte dell’Amministrazione Comunale .