L’«avanzo di amministrazione» sfiora il milione di euro. Soddisfatto il sindaco Allegri. Il bilancio è robusto nonostante le numerose opere pubbliche

Padenghe, un Comune in salute

Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

Come stan­no le casse del Comune di Padenghe? La mag­gio­ran­za risponde «bene», e affer­ma, attra­ver­so il sin­da­co Gian­car­lo Alle­gri, di aver oper­a­to nel 2004 a 360 gra­di, in modo ocu­la­to, «cer­can­do di sod­dis­fare le esi­gen­ze del­la comu­nità e con­tem­po­ranea­mente con­te­nen­do le spese per non aumentare il cari­co trib­u­tario dei cit­ta­di­ni». E il risul­ta­to eco­nom­i­co del 2004? L’avanzo di ammin­is­trazione è pari a 990.937,5 euro, con un fon­do di cas­sa di 547.623,73 euro. Cifre che sem­bra­no sot­to­lin­eare la solid­ità eco­nom­i­ca del Munici­pio e la capac­ità di far fronte ai paga­men­ti. L’amministrazione ordi­nar­ia è finanzi­a­ta per il 70% da entrate trib­u­tarie, per il 29% da proven­ti dei servizi pub­bli­ci e altri rica­vati diver­si, e solo per l’1% dai trasfer­i­men­ti da Sta­to, Regione e Provin­cia. E sem­pre a propos­i­to di bilan­cio, il sin­da­co Alle­gri pre­cis­are che le due tipolo­gie di entra­ta non han­no subito, nel cor­so del 2004, vari­azioni di rilie­vo rispet­to agli anni prece­den­ti, nonos­tante il qua­si azzera­men­to dei con­tribu­ti statali. Per quan­to riguar­da le spese ordi­nar­ie si sin­te­tiz­zano in spese per il per­son­ale, per la manuten­zione del pat­ri­mo­nio, per l’acquisto di beni di con­sumo e di prestazioni di servizi per even­ti stra­or­di­nari. E i lavori pub­bli­ci? Nel 2004 han­no trova­to real­iz­zazione una nuo­va a Pratel­lo, altri parcheg­gi, il rifaci­men­to di trat­ti dell’illuminazione pub­bli­ca, la riqual­i­fi­cazione di alcu­ni spazi urbani e aree ver­di e la manuten­zione e il recu­pero di alcu­ni edi­fi­ci pub­bli­ci. Il tut­to, sot­to­lin­eano anco­ra in Comune, sen­za dover ricor­rere a fonti di finanzi­a­men­to esterne.