«Pagine del Garda»: fra’ Silvio Bottes apre la 22ª edizione

Iscriviti al nostro canale
Di Luigi Del Pozzo

Arco, 4 novembre 2014
COMUNICATO STAMPA

 

Sarà lo scultore novantatreenne fra’ Silvio Bottes ad aprire la 22ª edizione di «Pagine del Garda», la rassegna dell’editoria gardesana organizzata dall’associazione culturale Il Sommolago e da Alto Garda Cultura, il Servizio di Attività culturali intercomunale di Arco e Riva del Garda: sabato 8 novembre nel salone delle feste del casinò municipale di Arco alle ore 15 la presentazione del catalogo generale delle sue opere, «Silvio Bottes, francescano» (AA.VV, pagg. 416), prima «opera omnia» su oltre sessant’anni di attività, e la contestuale inaugurazione della relativa mostra. Un vero e proprio evento nell’evento, che coinvolge un numero consistente di enti, associazioni, esperti, collezionisti, al lavoro da tre anni per catalogare il corpus delle opere realizzato dal frate francescano delle Grazie. Prevista la presenza dell’artista.

La conferenza stampa di presentazione della rassegna s’è svolta nella tarda mattina di martedì 4 novembre ad Arco, nella sede dell’Archivio storico comunale, a palazzo Marcabruni-Giuliani, presenti per l’amministrazione comunale di Arco il sindaco Alessandro Betta, gli assessori alla cultura Stefano Miori e alle politiche della socialità Silvia Girelli, e la dirigente dell’Area servizi Cristina Bronzini; per il Comune di Riva del Garda l’assessore alla cultura Maria Flavia Brunelli; per l’associazione culturale «Il Sommolago» il presidente Romano Turrini e Selenio Ioppi.

Un appuntamento di grande rilievo culturale, quindi, dà il via alla rassegna dell’editoria gardesana, che come tradizione propone una settimana di «anteprime» (dall’8 al 14 novembre), ossia di presentazioni librarie, in vari luoghi del territorio, alla quale farà sèguito (dal 15 al 23 novembre) la tradizionale mostra del libro, che nel salone delle feste del casinò municipale di Arco proporrà 1.900 titoli di 120 autori trentini e delle vicine province di Mantova, Bolzano, Brescia e Verona, con circa 7.000 volumi presenti in mostra. Un’opportunità unica per conoscere le pubblicazioni (anche di nicchia) dedicate al territorio che ha nel lago di Garda il proprio elemento d’identità. La mostra su fra’ Silvio Bottes si prolunga fino all’8 dicembre.

«Com’è l’impostazione già da qualche edizione a questa parte, la rassegna si rivolge ad un pubblico diversificato – ha spiegato il presidente dell’associazione culturale Il Sommolago Romano Turrini – con proposte editoriali particolarmente variegate, alcune delle quali di notevole interesse. Certo, di notevole valore culturale è la pubblicazione su fra’ Silvio Bottes, il giusto tributo ad un artista e ad un personaggio di cui molto s’è scritto, ma finora mai con uno sguardo complessivo».

Domenica 9 novembre il cartellone delle anteprime propone ad Arco «Missa L’Homme Armé», presentazione dell’edizione critica della Messa di Guillaume Faugues e prima esecuzione moderna, a cura di F. R. Rossi e dell’ensemble Arco Antiqua (chiesa di Sant’Antonio Abate a Chiarano, ore 16); e a Riva del Garda la presentazione del volume «Campi nel Sommolago gardesano. Etnoarcheologia di una comunità di montagna» (ed MAG – Museo Alto Garda, 2014), a cura di G. Brogiolo (al museo, in Rocca, con presentazione a cura di A. Paris, A. De Bertolini, E. Possenti, M. Ronchini, G. Brogiolo).
Silvio Bottes, francescano
AA.VV, ed. Comune di Arco, centro studi Judicaria, associazione Il Sommolago, Provincia tridentina di San Vigilio dei Frati Minori.

«Silvio Bottes, francescano». Così si firma il giovane scultore fra’ Silvio Bottes, sulla prima stazione della Via Crucis destinata alla cappella del cimitero comunale di Trento. E’ il 1949 ed egli ha appena iniziato i suoi studi all’Accademia Beato Angelico di Milano, dove si diplomerà nel 1952, ma già ha al suo attivo alcune interessanti opere, realizzate in gesso, e soprattutto in terracotta. Il volume fa dunque sintesi di quasi sessant’anni di lavoro, per un artista così noto e così amato in tutto l’Alto Garda, e non solo. E’, sostanzialmente, il catalogo generale delle opere realizzate, dal quale ben pochi lavori sono rimasti esclusi: perché non documentati o non più reperibili.

E’ il frutto di un lavoro durato anni, che è partito con l’ingente opera di documentazione e schedatura effettuata da Sara Comunello, Alessandra De Cecco, Giovanna Meggia e Barbara Salamon, grazie all’ingente mole di materiali raccolti e conservati nel corso di anni da fr. Italo Kresevic, già padre guardiano alle Grazie e ora segretario della curia provinciale dei Frati Minori. A queste si sono aggiunte poi opere ritrovate con un certosino lavoro di ricerca, raccolta di informazioni e di dati da collezionisti, amici e conoscenti di fra’ Silvio, oltre che facendo conto sulla sua straordinaria memoria. Da questo lavoro di ricerca ha preso spunto, ormai oltre tre anni fa, in occasione del novantesimo compleanno di fra’ Silvio, l’idea di costruire un catalogo generale che potesse dare una interpretazione coerente dell’opera di questo amatissimo scultore, dando conto sia dell’infaticabile impegno profuso nell’arte, sia della ricerca teologica che le sue opere sacre sottendono, sia ancora dei valori che i monumenti civili incarnano.

Questa idea è stata quindi portata avanti «in cordata» dal Comune di Arco, dall’associazione Judicaria, dalla Provincia tridentina di San Vigilio dei Frati Minori, cui hanno dato collaborazione l’associazione Il Sommolago e il Gruppo Arti visive. Il progetto ha visto impegnato un numeroso gruppo di ricerca, che ha portato in primo luogo alla realizzazione di un docufilm dedicato alla presentazione dell’artista, «Fra’ Silvio, modellatore di fede», presentato nel 2013 al festival Religion Today, per la regia di Katia Bernardi (con il sostegno economico della Provincia autonoma di Trento e della Cassa Rurale Alto Garda).

La seconda parte del progetto, che ha avuto anche il contributo della Regione autonoma Trentino Alto Adige, è poi consistita nell’edizione del catalogo generale, che viene ora presentato nella prestigiosa cornice della rassegna dell’editoria gardesana «Pagine del Garda»: 416 pagine a colori con dieci contributi (Fiorenzo Degasperi, fr. Carlo Paolazzi, Ruggero Morandi, fr. Francesco Patton, Maria Teresa Pontara Pederiva, Graziano Riccadonna, Giancarla Tognoni, Renato Troncon, Riccarda Turrina, Romano Turrini gli autori) e nuovissime o inedite immagini a catalogo, curate principalmente da Davide Turrini, ma anche derivate dal contributo di altri fotografi e da foto di repertorio. Cinque saggi critici generali sull’attività artistica e sull’esperienza di vita di questo scultore, altrettanti dedicati all’approfondimento dei principali temi trattati attraverso la sua opera: il francescanesimo, i monumenti civili, le Via Crucis, la figura della Madonna e le splendide porte, fra cui la bellissima entrata in bronzo del santuario della Madonna delle Grazie.

Accanto alla presentazione del volume, al primo piano del casinò municipale, un notevole percorso espositivo dedicato alle opere di piccole e medie dimensioni consente di apprezzare l’arte di fra’ Silvio e di rendergli un doveroso e meritato omaggio.

La mostra, per rendere possibile l’accesso di un maggio numero di visitatori, sarà aperta anche nei week-end dal 28 al 30 novembre e dal 5 all’8 dicembre, dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18 (chiuso nei lunedì non festivi).

CALENDARIO

Anteprime
Da sabato 8 a venerdì 14 novembre 2014

sabato 8 novembre 2014
«SILVIO BOTTES, FRANCESCANO»
Presentazione del catalogo generale delle opere
e apertura della mostra correlata
Salone delle Feste del Casinò Municipale, ore 15

L’esposizione sarà poi aperta secondo i seguenti orari: dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18 dal 9 al 23 novembre, tutti i giorni escluso il lunedì; aperture straordinarie: 28, 29, 30 novembre e 5, 6, 7, 8 dicembre.

domenica 9 novembre 2014
Arco, chiesa di Sant’Antonio Abate a Chiarano, ore 16.00
Missa L’Homme Armé
presentazione dell’edizione critica della Messa di Guillaume Faugues e prima esecuzione moderna a cura di F. R. Rossi e Ensemble Arco Antiqua

Riva del Garda, museo, ore 18.00
Campi nel Sommolago gardesano. Etnoarcheologia di una comunità di montagna
a cura di G. Brogiolo; ed. MAG – Museo Alto Garda
presentazione a cura di A. Paris, A. De Bertolini, E. Possenti, M. Ronchini, G. Brogiolo

mercoledì 12 novembre 2014
Arco, palazzo dei Panni, ore 20,45
Remount Blue. Dalla linea gotica al lago di Garda (1944 – 1945)
di Davide Ross Brower; ed. Museo della Guerra di Rovereto e Gruppo Culturale di Nago-Torbole
presentazione a cura di C. Zadra e G. Mazzocchi

giovedì 13 novembre 2014
Arco, palazzo dei Panni, ore 15,00
L’incompleto conoscersi
di Carlo Simoni; ed. Secondorizzonte/Cierre Edizioni
presentazione a cura di C. Simoni, M. Marri e A. Tonelli;
in collaborazione con Lega Vita Serena

venerdì 14 novembre 2014
Arco, palazzo dei Panni, ore 20,45
La milizia del duce muore sul Don. La 41ª legione “Cesare Battisti”: memorie dal fronte russo, 1942-1943.
di Paolo Zanlucchi; Egon Editore
presentazione a cura di P. Zanlucchi e R. Turrini
Mostra dell’editoria
Arco, salone delle feste, casinò municipale
da sabato 15 a domenica 23 novembre 2014

La mostra del libro sarà aperta secondo i seguenti orari: sabato 15 novembre dalle 14.30 alle 19; sabato 22 novembre e domeniche dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 19; da lunedì a venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.30.

Presentazioni librarie ed eventi

Sabato 15 novembre 2014
Sala consiliare, ore 16,00
Apertura della ventiduesima rassegna dell’editoria gardesana

a seguire: Fame a Bolzano
di Ettore Frangipane; ed. Athesia
presentazione a cura di E. Frangipane e G. Tognoni

domenica 16 novembre 2014
Arco, casinò municipale, ore 16,00
La grande guerra nell’Alto Garda. Atti del Convegno di Toscolano Maderno
(19 ottobre 2013)
a cura di Domenico Fava, Mauro Grazioli, Gianfranco Ligasacchi;
ed. ASAR Salò e Il Sommolago
presentazione dei curatori

lunedì 17 novembre 2014
Arco, aula magna della scuola UPT/ENAIP, ore 10,00
Il ragazzo sta bene così. Nelle strade di Napoli ho imparato a educare
di Carmine Amato; ed. Il Margine
presentazione a cura di C. Amato e R. Bonazza

mercoledì 19 novembre 2014
Arco, casinò municipale, ore 20,45
Botanici e speziali sul monte Baldo. L’Erbario di Valentino Passerini
a cura di Liliana De Venuto; ed. Centro Studi Judicaria
presentazione a cura di L. De Venuto, G. Riccadonna e M. Viaro

giovedì 20 novembre 2014
Arco, casinò municipale, ore 15,00
Polvere nera. I 600 giorni di Mussolini a Gargnano
di Bruno Festa; Grafica 5 Editore
presentazione a cura di B. Festa e R. Turrini
In collaborazione con Lega Vita Serena

venerdì 21 novembre 2014
Arco, casinò municipale, ore 20,45
Etty Hillesum, maestra di vita (diari e lettere)
a cura di Piergiorgio Carizzoni – ed. Adelphi
presentazione a cura di R. Cazzola, letture a cura di N. Czertok
Con il patrocinio e il contributo dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi a Roma e del Consolato Generale dei Paesi Bassi a Milano; in collaborazione con Associazione culturale Dioniso e biblioteca civica di Riva del Garda

sabato 22 novembre 2014
Arco, casinò municipale, ore 16,00
Vittorio Fiorio. Memorie della guerra mondiale
a cura di Gianluigi Fait – ed. Il Sommolago / MAG
presentazione a cura di G. Fait e M. Grazioli

domenica 23 novembre 2014
Arco, casinò municipale, ore 16,00
La festa del ritorno
di Carmine Abate; ed. Mondadori
presentazione della nuova edizione rivista a cura di C. Abate e G. Colangelo
con intermezzo musicale del Quintetto di ottoni dell’orchestra di fiati Liceo “Antonio Rosmini” di Rovereto

Commenti

commenti