Palazzo Benamati intitolato al pittore veneziano Celesti

Di Luca Delpozzo
S. M.

— Sono sta­ti spe­si 750 mil­ioni per ristrut­turar­lo ed arredar­lo, ma adesso la cit­tà ha una sede deg­na per il suo palaz­zo del tur­is­mo, che ospiterà mostre, le riu­nioni del con­siglio comu­nale nel­la sala di rap­p­re­sen­tan­za inti­to­la­ta al pit­tore veneziano Andrea Celesti, che a Toscolano sog­giornò dal 1684 e il 1688, qui con­fi­na­to dal Doge in car­i­ca. Sul Gar­da fu ben accolto e las­ciò in molti pae­si riv­ieraschi seg­ni tan­gi­bili del­la sua pittura,vero ele­men­to di rifer­i­men­to per l’arte vene­ta del Seicento.Palazzo Bena­mati nel cor­so dei sec­oli fu sede di asili e scuole. Le altre stanze del palaz­zo sono state inti­to­late ad altri per­son­ag­gi che han­no fat­to la sto­ria del­la città.