Ognuna sarà rappresentata da un ristorante e le sfide sono previste nell’arco di tre fine settimana consecutivi

Palio delle contrade pronto al debutto per la festa delle castagne

Di Luca Delpozzo
(a.s.)

La 33esima fes­ta delle castagne, quest’anno apre con una novità: dal 22 otto­bre al 6 novem­bre, la fes­ta si esten­derà per tre fine set­ti­mana, nel cor­so dei quali si svol­gerà il «Pri­mo Palio delle con­trade». Un arric­chi­men­to alla man­i­fes­tazione, volu­to dal Comune e dal Con­sorzio tutela del Mar­rone di San Zeno Dop. Ogni saba­to e domeni­ca si svol­gerà una gara tra 12 ris­toran­ti e 12 con­trade, per chi pre­par­erà il miglior mine­strone di mar­roni. La tradizionale fes­ta delle castagne è anche la sec­on­da edi­zione del mar­rone Dop, mar­chio pres­ti­gioso rilas­ci­a­to dall’Unione Euro­pea il 12 novem­bre 2003. Il pro­gram­ma inizia saba­to 22, alle ore 14, con l’apertura degli stand e la ven­di­ta di mar­roni Dop. Dalle 19,30 alle 21,30 si svol­gerà la pri­ma semi­fi­nale del Palio delle con­trade, con la degus­tazione di mine­stroni pro­posti dal pri­mo grup­po di cuochi di alcu­ni ris­toran­ti locali e che si con­clud­erà con la votazione del miglior sapore. Per la ser­a­ta accom­pa­g­na­men­to musi­cale o dis­cote­ca. Domeni­ca 23, alle 11,30, riconosci­men­to ai ragazzi dell’Asjsk, sezione di San Zeno, nel­la spe­cial­ità Kata, per i risul­tati ottenu­ti ai cam­pi­onati ital­iani di karatè svolte­si a Mon­te­ca­ti­ni. Dalle 12 alle 14, con­tin­ua la degus­tazione di mine­stroni e alle 14,30, esi­bizione del Grup­po folk­loris­ti­co Musikkapelle, bolzani­no. Nel week­end suces­si­vo, saba­to 29, riprende il Palio delle con­trade con la sec­on­da semi­fi­nale. Alle 16 si svol­gerà il Mar­ron d’oro, con­cor­so ris­er­va­to ai pro­dut­tori del Con­sorzio di tutela del mar­rone Dop. Dalle 19,30 alle 21,30, degus­tazione dei mine­stroni e votazione del migliore con ser­a­ta musi­cale. Domeni­ca 30, alle 11, pre­mi­azione del con­cor­so Mar­ron d’oro. Alle 14,30, sfi­la­ta e spet­ta­co­lo del Grup­po sbandier­a­tori e spadac­ci­ni di Sori­ano nel Cimi­no (Viter­bo). Ulti­mo fine set­ti­mana, saba­to 5 novem­bre: alle 14 ria­per­tu­ra degli stand con la ven­di­ta di mar­roni. Alle 13, pran­zo con let­tura di poe­sie, lot­te­ria ed intrat­ten­i­men­to, degli Ami­ci di San Zeno, all’hotel Auro­ra. Dalle 19,30 alle 21,30, degus­tazione dei mine­stroni pro­posti dai final­isti del pri­mo e sec­on­do grup­po di cuochi parte­ci­pan­ti al palio. Alle 21, ser­a­ta musi­cale. Domeni­ca 6, ulti­ma gior­na­ta del­la fes­ta delle castagne, alle 14,30 ver­rà proclam­a­to il vinci­tore del palio e alle 15 si con­clud­erà la man­i­fes­tazione con l’esibizione del grup­po folk­loris­ti­co musi­cale «I sifoi» di Bot­tanus­co (Berg­amo). Tutte le man­i­fes­tazioni si svol­ger­an­no all’interno di un ten­done cop­er­to e riscalda­to, per tut­ta la fes­ta fun­zion­er­an­no stand gas­tro­nomi­ci e nei ris­toran­ti saran­no disponi­bili menù a base di castagne. I ris­toran­ti che parte­ci­pano al Palio delle con­trade sono: Gia­r­dinet­to, Sole, Castag­ne­to, Bote­se­le, Sport­ing, S. Remo, Cac­cia­tore, Costa­bel­la, Kus, Belvedere, Lagu­na, Auro­ra. Le con­trade che li sfider­an­no sono Cà Schena, Cà Sar­tori, Cà Mon­tagna, Cas­tel, Lagu­na, La Pora, Lumi­ni, Pra­da, Prà Bestemà, Vil­lano­va e Capra.