A Torbole cade l'ultimo rifugio: il Panorama

Parcheggi gratuiti addio

22/12/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
r.s.

Trovare un parcheg­gio gratis diver­rà sem­pre più un’im­pre­sa impro­ba, a Tor­bole. Nat­u­ral­mente d’es­tate e soprat­tut­to durante i fine set­ti­mana. I cosid­det­ti tur­isti pen­dolari sono avvisati. La misura introdot­ta dal con­siglio comu­nale (si è astenu­ta la mino­ran­za) è pro­prio riv­ol­ta a loro. Se vor­ran­no goder­si il lago dovran­no ver­sare un obo­lo. Infat­ti, anche l’ul­ti­mo rifu­gio, il parcheg­gio Panora­ma, dove las­cia­re all’om­bra degli ulivi l’in­gom­brante auto­mo­bile, sarà a pagamento.È un modo molto esplic­i­to per indurli a con­tribuire ai ril­e­van­ti costi di ges­tione a cari­co del Comune e che loro stes­si fan­no aumentare, è la gius­ti­fi­cazione addot­ta. Spese di pulizia e manuten­zione del­l’in­tero ter­ri­to­rio, cui fino­ra era­no sem­pre sfug­gi­ti pur goden­do di tut­ti i servizi pub­bli­ci offer­ti. E saran­no 1.000 lire l’o­ra per un mas­si­mo di 10.000 al giorno.Parcheggiare da Pasqua in poi diver­rà però un prob­le­ma anche per i res­i­den­ti, se inten­dono spostar­si por­tan­dosi appres­so la macchi­na, e anche se per questi sono pre­viste delle agevolazioni in due aree (Panora­ma e Cor). Nel sen­so che qua potran­no pagare meno, sot­to­scriven­do una sor­ta di abbona­men­to ann­uo (prob­a­bile l’in­tro­duzione di un bolli­no) al cos­to qua­si sim­bol­i­co di 10.000. Un favore pen­sato soprat­tut­to per andare incon­tro alle esi­gen­ze più che altro bal­n­eari dei cen­si­ti di Nago, vis­to che si pagherà solo saba­to e domeni­ca, ad uffi­ci chiusi. E così sarà per i tan­ti lavo­ra­tori, dipen­den­ti delle aziende tor­bolane, che si abbon­er­an­no invece, meno sim­boli­ca­mente, al prez­zo di 60.000 lire. E vis­to che le cat­tive notizie non ven­gono mai sole, c’è anche da dire che pure le tar­iffe sono state aumentate.Si passerà, infat­ti, dalle 1500 orarie lire alle 2000, in qua­si tutte le aree blu. Tranne nel parcheg­gio al Cor, dove si pagher­an­no 1500 lire. Autor­iz­za­ti con­grui aumen­ti anche nei due parcheg­gi in ges­tione a pri­vati, Con­ca d’Oro e Vil­la Cian: si pas­sa dalle 15.000 alle 20.000, con la pos­si­bil­ità di ottenere uno scon­to a 12.000 per mez­za gior­na­ta. Tan­to di guadag­na­to, ad ogni modo, per le casse del Comune. L’an­no scor­so si è incas­sato, infat­ti, cir­ca 300 mil­ioni dai par­cometri, sen­za con­tare l’af­fit­to di qualche altra deci­na di posti agli alberghi. Impor­to che Cir­il­lo Tonel­li, sem­pre atten­to ai con­ti, ele­va a 570.000 mil­ioni, com­pren­den­dovi pure quan­to si è incas­sato dalle sanzioni com­i­nate dal­la polizia urbana nel­la stra­grande mag­gio­ran­za dei casi per divi­eti di sos­ta. Il dato fa pen­sare, più che a fre­gar­si le mani, che ci sia anco­ra da fare quan­to a parcheggi.