Lavori in piazzale Boldini fino a giugno 2002, problemi per i bus. Si eliminano le barriere, cantiere anche in centro

Parcheggio, disagi in vista

05/10/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Gargnano si appres­ta a cam­biare aspet­to, con l’ese­cuzione di lavori pro­gram­mati da tem­po, nel capolu­o­go, e non solo, che iniziano in questi giorni. Inter­ven­ti che, in qualche caso, non mancher­an­no di soll­e­vare polemiche nuove o di rispolver­arne di già conosciute. La novità prin­ci­pale riguar­da il parcheg­gio mul­ti­p­i­ano che ver­rà costru­ito in piaz­za­le Bol­di­ni, quel­lo dove fer­mano i bus. Le ruspe saran­no all’­opera lunedì 8 otto­bre. Inevitabile qualche scom­pen­so per i pull­man del servizio pub­bli­co e per quel­li pri­vati che, per girar­si, non potran­no più fare affi­da­men­to sul­la roton­da attuale. Dovran­no pros­eguire ver­so nord, fino all’al­tez­za del­l’al­ber­go «Mean­dro» e com­piere lì la manovra, pos­si­bile per i mezzi fino a 12 metri di lunghez­za. Di con­seguen­za, cesserà di fare servizio l’autobus doppio, usato soprat­tut­to dagli stu­den­ti. Nes­suna vari­azione per i viag­gia­tori: dovran­no atten­dere al soli­to pos­to, in piaz­za­le Bol­di­ni. Appare scon­ta­to qualche intasa­men­to quan­do più di un bus sarà fer­mo in sos­ta (sul­la Garde­sana) o in atte­sa di par­tire. «Il nuo­vo parcheg­gio prevede 66 posti-auto e il prog­et­to las­cia aperte prospet­tive di ampli­a­men­to fino all’ex Oleifi­cio — spie­ga il sin­da­co Mar­cel­lo Fes­ta -. Ver­rà sban­ca­ta la roton­da, rica­van­dovi due piani. Il prog­et­to, di Ste­fano Mol­go­ra, prevede due scivoli per l’en­tra­ta e l’us­ci­ta per­pen­di­co­lari alla stra­da statale. «A lavori ulti­mati (giug­no 2002), la super­fi­cie del piaz­za­le tornerà come adesso e ai bus sarà resti­tui­ta la pos­si­bil­ità di fare manovra. Nel piano parcheg­gi del Comune, questo è il pri­mo tas­sel­lo, vis­to che sti­amo pen­san­do a un’al­tra area di sos­ta alle spalle del par­co pub­bli­co Fontanelle. Ma ci vor­rà parec­chio tem­po». Il cos­to del parcheg­gio di Piaz­za­le Bol­di­ni? Un mil­iar­do e 400 mil­ioni, con un mutuo ven­ten­nale. Qua­si con­tem­po­ranea­mente ai lavori per la real­iz­zazione del parcheg­gio inizier­an­no (il 15 otto­bre) quel­li per l’ab­bat­ti­men­to delle bar­riere architet­toniche nel cen­tro stori­co, opera prog­et­ta­ta da Francesco Magri e decisa da tem­po. Non man­cano le per­p­lessità: per il cos­to (430 mil­ioni com­p­lessivi) e per l’ef­fet­ti­vo risul­ta­to (qual­cuno sostiene si trat­ti soprat­tut­to di arredo urbano). «Inizier­e­mo con il pri­mo lot­to — pros­egue il sin­da­co — par­tendo dal negozio di calza­ture fino all’. Met­ter­e­mo mano al mar­ci­apiede, rifacen­do­lo in pietra rossa di Verona, del­la dimen­sione a nor­ma (m. 1,20) in modo che passi­no con­tem­po­ranea­mente una car­rozzi­na e un pedone». Non sono pre­viste inter­ruzioni al tran­si­to, se non occa­sion­ali, e ver­rà real­iz­za­to un mar­ci­apiede (oggi non c’è) in via XXIV Mag­gio, tra l’in­cro­cio con via Pri­mo Ada­mi e l’U­ni­ver­sità. «L’oc­ca­sione sarà buona anche per con­sid­er­are la situ­azione delle vasche di decantazione che si trovano in piaz­za. Sti­amo appro­fonden­do la pos­si­bil­ità di far con­fluire le acque reflue diret­ta­mente nel­la tubatu­ra del Con­sorzio ». La con­clu­sione dei lavori è pre­vista per la prossi­ma estate, ma i tem­pi potreb­bero essere antic­i­pati di parec­chio. Qualche altro lavoro è pre­vis­to nelle frazioni. A For­ma­ga si pros­eguirà con il rifaci­men­to del­la strad­i­na che pas­sa in mez­zo al paese, pavi­men­tan­do fino alla chieset­ta e rifacen­do le reti tec­no­logiche e fog­na­ture, per un centi­naio di mil­ioni di spe­sa. Si inizia il 15 otto­bre e si dovrà con­clud­ere entro . Nel­la frazione di Villavetro, invece, ver­rà appronta­to un pic­co­lo parcheg­gio (lavori a inizio novem­bre), in prossim­ità del­la cur­va. Vi tro­ver­an­no pos­to 11 vet­ture. Sor­gono, però, dub­bi sui rischi con­nes­si all’us­ci­ta dal­l’area di sos­ta. «Non è il mas­si­mo delle soluzioni, ma provved­er­e­mo con oppor­tu­na seg­nalet­i­ca. Sen­za con­tare che, in questo modo, la stra­da resterà lib­era», con­clude il sin­da­co. Pavi­men­tazione di For­ma­ga e parcheg­gio di Villavetro sono sta­ti prog­et­tati dal­l’Uf­fi­cio tecnico.