I vertici degli Aeroporti Sistema del Garda incontranoi sindaci dei comuni limitrofi allo scalo bresciano

Parola d’ordine: collaborazione

18/07/2008 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Si sono tenu­ti in questi giorni a Bres­cia, alcu­ni incon­tri tra i ver­ti­ci degli Aero­por­ti Sis­tema del Gar­da e i sin­daci di cinque comu­ni lim­itrofi alla strut­tura bres­ciana: Carpen­do­lo, Cas­ten­do­lo, Ghe­di, Mon­tichiari e Montirone.Scopo degli incon­tri, volu­ti dal­la soci­età di ges­tione degli aero­por­ti e orga­niz­za­ti dal vicepres­i­dente del D’Annunzio, Vig­ilio Bet­tin­soli, quel­lo di porre le basi per una fat­ti­va e con­tin­ua col­lab­o­razione con i comu­ni più inter­es­sati dal­lo svilup­po dell’aeroporto bres­ciano. “Vogliamo fare in modo – ha dichiara­to Fabio Bor­to­lazzi, pres­i­dente del­la Cat­ul­lo SpA – che l’infrastruttura non sia per­cepi­ta come un prob­le­ma ma come una grande oppor­tu­nità per il ter­ri­to­rio. La con­sul­tazione dei comu­ni è quin­di un ele­men­to fon­da­men­tale e fare­mo in modo che questi siano solo i pri­mi di una lun­ga serie di incon­tri di con­fron­to e collaborazione”.Il vicepres­i­dente del D’Annunzio Vig­ilio Bet­tin­soli ha inoltre sot­to­lin­eato il buon anda­men­to dei nuovi voli in parten­za dal­lo sca­lo bres­ciano del­la neona­ta com­pag­nia aerea bres­ciana Air Bee. “Ciò tes­ti­mo­nia il gradi­men­to da parte del ter­ri­to­rio e la bon­tà del lavoro svolto dal­la soci­età di ges­tione con la col­lab­o­razione del­la Provin­cia di Bres­cia per incre­mentare, par­al­le­la­mente all’attività car­go, i servizi a favore del­la mobil­ità dei passeg­geri del baci­no bresciano”.Durante gli incon­tri sono sta­ti illus­trati i piani di svilup­po pre­visti sull’intero sis­tema e in par­ti­co­lare sul­lo sca­lo bres­ciano; svilup­pi infra­strut­turali con inves­ti­men­ti che potran­no rag­giun­gere e super­are, nei prossi­mi anni, anche i due­cen­to mil­ioni di euro, di cui oltre cen­to sul D’Annunzio.L’assessore provin­ciale ai trasporti Vale­rio Pri­gnachi, inter­venu­to sta­mat­ti­na all’incontro pres­so il comune di Ghe­di, ha sot­to­lin­eato la ril­e­van­za del­la futu­ra stazione dell’alta veloc­ità che cos­ti­tuirà un grande sno­do per i diver­si sis­te­mi di trasporto (aereo, stradale e fer­roviario) data la sua col­lo­cazione a ridos­so dell’aeroporto D’Annunzio. L’assessore ha inoltre aus­pi­ca­to, evo­can­do l’antico sodal­izio tra la Leones­sa e la Repub­bli­ca di Venezia, che ven­ga presto aper­to un tavo­lo di dial­o­go con la Provin­cia di Verona, final­iz­za­to alla costruzione di una part­ner­ship profi­cua e longe­va per tut­to il ter­ri­to­rio, baci­no nat­u­rale degli aero­por­ti del Garda.I sin­daci inter­venu­ti all’incontro di sta­mat­ti­na – Anna Giu­lia Guarneri (Ghe­di), Ser­a­fi­na Ban­dera (Mon­tirone), Gian­ni Desen­zani (Carpen­do­lo) e l’assessore Alessan­dro Mar­i­ani, del­e­ga­to dal sin­da­co di Cas­tenedo­lo, han­no apprez­za­to la con­cretez­za dei piani di svilup­po illus­trati per lo sca­lo bres­ciano e gli inten­ti di col­lab­o­razione espres­si dai ver­ti­ci aero­por­tu­ali. Dal can­to loro han­no sot­to­lin­eato la neces­sità di creare un rap­por­to sin­er­gi­co tra aero­por­to e ter­ri­to­rio, ponen­do un’attenzione par­ti­co­lare agli aspet­ti ambi­en­tali che inci­dono sul­la qual­ità del­la vita dei loro cit­ta­di­ni.