“Dona un Euro per la salvaguardia della Chiesa di Sant’Anna”

Parte il primo progetto del Fondo Territoriale per Sirmione

13/10/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Un Euro, un grande dono”, è lo slo­gan scel­to per la cam­pagna, pro­mossa dal­la Fon­dazione del­la Comu­nità Bres­ciana Onlus insieme a S.p.A. con il Patrocinio del Comune di Sirmione, final­iz­za­ta a rac­cogliere fon­di per far rinascere la Chiesa di S. Anna del­la Roc­ca. Nell’ambito del Fon­do Ter­ri­to­ri­ale per Sirmione la com­mis­sione ha pro­pos­to di sostenere, nel­la sezione cor­rente del Fon­do stes­so, la pri­ma inizia­ti­va: il restau­ro e con­sol­i­da­men­to sta­ti­co del­la Chiesa di S. Anna. Fon­dazione Comu­nità Bres­ciana ha ader­i­to alla pro­pos­ta e ha rat­i­fi­ca­to il sosteg­no finanziario al prog­et­to pre­dis­pos­to dal­la Par­roc­chia di Sirmione.Per con­seguire questo risul­ta­to la Fon­dazione Comu­nità Bres­ciana provved­erà a pro­prie lib­er­al­ità e Terme di Sirmione S.p.A. ha svilup­pa­to pres­so i cen­tri ter­mali e gli alberghi ter­mali una cam­pagna rac­col­ta denom­i­na­ta “Un Euro, un grande dono”, il cui rica­va­to sarà cor­rispos­to alla Par­roc­chia di Sirmione, nel rispet­to degli accor­di con­ven­zion­ali del Fon­do, per il tramite del­la Fondazione.Le offerte rac­colte con la cam­pagna servi­ran­no per finanziare i lavori nec­es­sari all’antico edi­fi­cio, un mon­u­men­to che accoglie da sec­oli gen­er­azioni di vis­i­ta­tori dan­do loro il ben­venu­to entro le mura di Sirmione.La Chiesa di Sant’Anna, edi­fi­ca­ta nel­la metà del tre­cen­to da Masti­no I del­la Scala e dec­o­ra­ta da un’elegante vol­ta a crociera, affres­chi del XIV e XV sec­o­lo, affres­chi votivi del ‘500, stuc­chi baroc­chi e preziose dec­o­razioni, rischia di col­las­sare. La sta­bil­ità dell’edificio, infat­ti, è molto pre­caria: i vuoti scop­er­ti nel sot­to­suo­lo, l’erosione delle fon­da­men­ta causa­ta dal moto ondoso del lago e la sic­c­ità dell’anno scor­so ne han­no inde­boli­to negli ulti­mi anni la stabilità.L’iniziativa ha lo scopo di sen­si­bi­liz­zare i cli­en­ti del­la soci­età ter­male, i tur­isti e i vis­i­ta­tori di Sirmione. La cam­pagna di rac­col­ta “Dona un Euro per la tutela del­la Chiesa di Sant’Anna” è sta­ta lan­ci­a­ta, il 1° agos­to 2004, pri­ma pres­so i cen­tri e gli alberghi ter­mali delle Terme di Sirmione con l’intenzione di essere poi este­sa anche agli altri oper­a­tori eco­nomi­ci Sirmione­si. Dal mese di set­tem­bre, infat­ti, l’Associazione Alber­ga­tori e l’Associazione Com­mer­cianti han­no ader­i­to all’iniziativa e i rispet­tivi Pres­i­den­ti, Dino Barel­li e Raoul Negri, han­no coin­volto nel­la cam­pagna i sin­goli mem­bri delle loro asso­ci­azioni e stu­di­a­to la modal­ità di rac­col­ta fondi.La cam­pagna, nelle strut­ture ter­mali, ha con­sen­ti­to di rac­cogliere ad oggi l’importo di oltre 9.000 euro.“Il Fon­do Ter­ri­to­ri­ale per Sirmione, appe­na isti­tu­ito dall’Azienda pres­so la Fon­dazione del­la Comu­nità Bres­ciana, ha indi­vid­u­a­to come pri­mo prog­et­to il restau­ro del­la Chiesa di Sant’Anna, pat­ri­mo­nio di ines­tima­bile val­ore per la peniso­la”, dichiara dr Fil­ip­po Fer­nè, Pres­i­dente delle Terme di Sirmione S.p.A.. “Il mes­sag­gio che vuole essere lan­ci­a­to con la cam­pagna è che anche il più pic­co­lo con­trib­u­to indi­vid­uale sarà deter­mi­nate per favorire la rinasci­ta di questo stori­co edi­fi­cio, che da sem­pre è un van­to di Sirmione e del suo ter­ri­to­rio, e resti­tuir­lo alla sua fun­zione. L’iniziativa vor­rebbe riscon­trare l’attenzione non solo di col­oro che come i res­i­den­ti sono inter­es­sati all’integrità del pat­ri­mo­nio ambi­en­tale e stori­co ben­sì anche di tur­isti e fruitori di Terme di Sirmione che potreb­bero con­tribuire alla sal­va­guardia di questo impor­tante monumento.”

Parole chiave: