Partita da Brescia la 1000Miglia. Presente l’assessore regionale al Turismo Lara Magoni

16/05/2018 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

Le 450 auto­mo­bili storiche del­la 1000 Miglia 2018, apparte­nen­ti a 73 diverse Case auto­mo­bilis­tiche, sono par­tite da Bres­cia.

Il folto pub­bli­co di appas­sion­ati e curiosi accor­si nel cuore del­la cit­tà del­la Leones­sa ha potu­to apprez­zare il rom­bo dei motori del “museo viag­giante” per antono­ma­sia con la parten­za, alle 14:30, dal­la pedana di Viale Venezia, cel­e­bra­ta con lo spet­ta­co­lo delle Frec­ce Tri­col­ore, des­ti­nazione spon­da adri­at­i­ca.

Da sporti­va ed amante del­la com­pe­tizione sono orgogliosa che la sia un pat­ri­mo­nio cul­tur­ale e stori­co di Bres­cia, van­to di tut­ta la Lom­bar­dia”.

Cosi’ l’asses­sore regionale al Tur­is­mo, mar­ket­ing ter­ri­to­ri­ale e moda, e’ inter­venu­ta alla parten­za del­la pri­ma tap­pa del­la stor­i­ca gara, che por­ta le autovet­ture da viale Venezia sino a Cervia-Milano Marit­ti­ma.

Una rasseg­na che attrae ogni anno a Bres­cia e in regione migli­a­ia di tur­isti da tut­ta Italia e dal mon­do — ha aggiun­to l’asses­sore regionale -; si trat­ta, dunque, di una ker­messe che ‘pro­duce ric­chez­za’ e attrat­tivi­ta’, val­oriz­zan­do il tur­is­mo lom­bar­do e facen­do girare l’e­cono­mia bres­ciana e di tut­ta la regione”.

Non sti­amo par­lan­do solo di una gara di auto d’e­poca — ha con­tin­u­a­to l’e­spo­nente politi­co regionale — ma di un vero e pro­prio even­to a 360 gra­di che fa conoscere ed apprez­zare in pieno un ter­ri­to­rio ric­co di bellezze pae­sag­gis­tiche, cul­tur­ali ed artis­tiche come la Lom­bar­dia”.
“Mai come in ques­ta occa­sione — ha aggiun­to l’asses­sore al Tur­is­mo, un glo­rioso pas­sato che l’ha por­ta­ta ad essere vice cam­pi­ones­sa del mon­do di sci — si puo’ dire che la Lom­bar­dia sia il ‘motore’ del tur­is­mo ital­iano; la carovana del­la Mille Miglia, infat­ti, toc­ca decine di cit­ta’ e per­le artis­tiche del­la
nos­tra bel­la Italia, pro­muoven­do e val­oriz­zan­do eccel­len­ze region­ali e nazion­ali all’in­seg­na del­la scop­er­ta di un ‘Museo a cielo aper­to’ che non ha eguali a liv­el­lo inter­nazionale”.

La Mille Miglia — ha con­clu­so l’asses­sore al Tur­is­mo Mag­o­ni — unisce alcune delle gran­di pas­sioni degli ital­iani: l’a­dren­a­li­na del­la com­pe­tizione, la bellez­za e il design di mac­chine da collezione e la pos­si­bili­ta’ di viag­gia­re alla scop­er­ta di luoghi, gusti e tradizioni del­la nos­tra Italia”.

 

Parole chiave: