Parziale revoca del divieto del transito ai bus provinciali sul cavalcavia di San Martino della Battaglia

Parole chiave:
Di Redazione

Tor­na alla nor­mal­ità la dei bus provin­ciali sul cav­al­cavia che sovras­ta la fer­rovia (stra­da provin­ciale 13 “dei col­li stori­ci”) e per il quale da giug­no, dopo una serie di sopral­lu­oghi, era sta­to appli­ca­to il divi­eto ai mezzi che super­a­vano le 15 ton­nel­late.

Questo divi­eto ave­va cre­ato prob­le­mi al trasporto sco­las­ti­co per gli alun­ni nel­la zona tra Guidiz­zo­lo e Poz­zolen­go, a causa del­la chiusura del­la fer­ma­ta orig­i­nar­ia e per il cam­bio del per­cor­so dei pull­man del trasporto provin­ciale.

Grande la sod­dis­fazione del­l’asses­sore alle Opere e Lavori pub­bli­ci Gio­van­ni Maio­lo per il risul­ta­to rag­giun­to dal­l’Am­min­is­trazione di Desen­zano: “Gra­zie al nos­tro tem­pes­ti­vo sol­lecito, Provin­cia di Bres­cia e RFT Fer­rovie del­lo Sta­to si sono date da fare in tem­pi bre­vis­si­mi per real­iz­zare opere di rin­for­zo al cav­al­cavia, in modo da con­sen­tire il pas­sag­gio a veicoli fino alle 25 ton­nel­late”. Un dis­a­gio per ora con­tenu­to, con­tin­ua Maio­lo: “Tramite un incon­tro con i gen­i­tori ave­va­mo trova­to una soluzione alter­na­ti­va indi­vid­uan­do nel parcheg­gio dei tir di San Mar­ti­no a fian­co del cav­al­cavia, una fer­ma­ta tem­po­ranea per i pull­man del trasporto provin­ciale. Rime­dio che non servirà vista l’evoluzione del­la vicen­da e la deci­sione del­la Provin­cia di innalzare a 25 ton­nel­late il lim­ite per il pas­sag­gio sul cav­al­cavia”.

Parole chiave: