La più alta carica della Repubblica federale tedesca è atteso in paese da domani con la moglie e la figlia

Pasqua benacenseper il presidente Koehler

21/03/2008 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

I tedeschi, si sa, sono di paro­la. Dicono quel­lo che fan­no e, soprat­tut­to, man­ten­gono quel­lo che dicono. Il tedesco di cui qui sti­amo par­lan­do però non è uno qualunque: è il pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Fed­erale di Ger­ma­nia, che risponde al nome di Horst Koehler.Lo scor­so anno, in estate, era venu­to per cinque giorni in visi­ta pri­va­ta a Tor­ri e, nell’unica inter­vista rilas­ci­a­ta, all’Arena, ave­va promes­so: «Sono venu­to in Italia e a Verona anche per la lir­i­ca. Avrei potu­to sog­giornare in cit­tà ma abbi­amo prefer­i­to il Gar­da. Qui c’è davvero molto da vedere, cinque giorni non bas­tano. Cer­ta­mente tro­verò il tem­po per ritornare da voi e, mag­a­ri, anche in questo Hotel. La mia famiglia vor­rebbe rimanere per­ché siamo sta­ti davvero bene, pur­top­po per ora non pos­si­amo. Ma ci rive­dremo di sicuro, garantito».Detto fat­to. La Pasqua Horst Koehler, assieme alla moglie Eva, alla figlia Ulrike e, prob­a­bil­mente, all’inseparabile bar­bon­ci­no nero Mid­night, la trascor­rerà nel­lo stes­so alber­go stori­co dell’altra vol­ta, e cioè l’Hotel Garde­sana, pro­prio a pochi metri dall’acqua del por­to di Tor­ri. È atte­so per domani.Dall’albergo nes­suna con­fer­ma, ma nem­meno smen­tite o com­men­ti, come del resto si addice a pro­fes­sion­isti seri come lo è la famiglia di Giuseppe Loren­zi­ni e del figlio Mirko. Ma nei giorni scor­si in paese era­no in sopral­lu­o­go uffi­ciali dei cara­binieri, del­la Digos di Verona e anche, pare, l’ambasciatore del­la Repub­bli­ca Fed­erale tedesca. Pro­prio il con­sole tedesco che risiede a era sta­to lo spon­sor lacus­tre di Horst Koehler, nel 2007.Nell’ultima e uni­ca visi­ta a Verona e sul Gar­da, mesi fa, il numero uno tedesco ave­va vis­i­ta­to Verona, era sta­to a vedere la lir­i­ca all’Arena ed era rius­ci­to ad andare anche in gita sul Monte Bal­do, rima­nen­do favorevol­mente impres­sion­a­to dal­la bellez­za dei luoghi, e dall’innovativo impianto di risali­ta. Ave­va anche assis­ti­to a un con­cer­to in vet­ta, accan­to al vicesin­da­co di Verona, Alfre­do Meoc­ci. Inoltre era sta­to accom­pa­g­na­to dal­la motovedet­ta dei di Peschiera in una gita in bar­ca da Tor­ri a Mal­ce­sine, rius­cen­do a goder­si il Gar­da dal lago.Stavolta, anche se il tem­po non promette bene per la fine set­ti­mana, il pres­i­dente tedesco avrà modo di vis­itare altre local­ità garde­sane e non solo.Un’unica indis­crezione è trapela­ta dai bene infor­mati, che però non han­no volu­to dare alcu­na notizia cir­ca il pro­gram­ma del week end pres­i­den­ziale: domeni­ca, pro­prio il giorno di Pasqua, sarà il com­plean­no del­la figlia Ulrike, che ha stu­di­a­to let­ter­atu­ra italiana.

Parole chiave: -

Commenti

commenti