Il Comune si accorda con un istituto privato. Il servizio parte oggi: previsto un periodo di prova di sei mesi

Pattuglie anche di notte per controlli più capillari

01/02/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Flavio Marcolini

Negli ulti­mi tem­pi le denunce di reati con­tro il pat­ri­mo­nio, pre­sen­tate alla stazione dei di Cal­ci­na­to, e le numerose infor­mazioni rac­colte in paese han­no indot­to l’Osservatorio comu­nale per la sicurez­za a pro­porre un nuo­vo servizio, in vig­ore da oggi. Isti­tu­ito lo scor­so anno dall’Amministrazione diret­ta dal sin­da­co Pierange­lo Crot­togi­ni, l’Osservatorio intende garan­tire una vig­i­lan­za sem­pre più cap­il­lare soprat­tut­to nelle ore not­turne. Lo scopo è la pre­ven­zione. «Il com­pi­to dell’Osservatorio — sot­to­lin­ea il sin­da­co Crot­togi­ni — è mon­i­torare l’andamento degli even­ti crim­i­nosi e indi­care gli inter­ven­ti più sig­ni­fica­tivi per coor­dinare al meglio le risorse disponi­bili. Così l’Amministrazione ha deciso, per far crescere i mar­gi­ni di sicurez­za e di tran­quil­lità dei cit­ta­di­ni, di sot­to­scri­vere un accor­do con l’Istituto di vig­i­lan­za pri­va­ta Fideli­tas per un servizio che prevede attiv­ità pre­ven­ti­va nei con­fron­ti del crim­ine». Il servizio pren­derà il via oggi: «L’accordo con la Fideli­tas — spie­ga anco­ra il sin­da­co di Cal­ci­na­to — prevede un peri­o­do sper­i­men­tale di sei mesi. Il servizio ha lo scopo di garan­tire l’ordine pub­bli­co attra­ver­so la vig­i­lan­za sui beni e sulle pro­pri­età dei cit­ta­di­ni. Gli agen­ti dell’istituto saran­no pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio di Cal­ci­na­to per 5 ore ogni notte, un cri­te­rio ideato apposi­ta­mente per rispon­dere effi­cace­mente ai bisog­ni legati alla ter­ri­to­ri­al­ità e alle speci­fiche prob­lem­atiche iden­ti­fi­cate nelle diverse aree a ris­chio». Il servizio sarà effet­tua­to sette giorni su sette da guardie giu­rate con autovet­tura radio­col­le­ga­ta alla cen­trale oper­a­ti­va «e si dedicher­an­no esclu­si­va­mente al nos­tro Comune», aggiunge Crot­togi­ni. Gra­zie al lavoro dell’Osservatorio per la sicurez­za e di comune accor­do con la Fideli­tas, l’Amministrazione ha fis­sato alcu­ni obbi­et­tivi prin­ci­pali per piani­fi­care le ispezioni nei pun­ti più a ris­chio. Il prog­et­to pre­sen­ta­to da Crot­togi­ni prevede la pos­si­bil­ità di esten­dere la col­lab­o­razione di vig­i­lan­za ai pri­vati cit­ta­di­ni con accor­di par­ti­co­lari. «I cit­ta­di­ni che aderi­ran­no all’iniziativa — infor­ma il sin­da­co — potran­no essere col­le­gati diret­ta­mente oppure chia­mare tele­foni­ca­mente la cen­trale oper­a­ti­va del­la soci­età di sicurez­za per seg­nalare allar­mi, ten­ta­tivi di fur­to, episo­di sospet­ti e ottenere così un inter­ven­to tem­pes­ti­vo dell’operatore». L’istituto di vig­i­lan­za col­la­bor­erà stret­ta­mente con i cara­binieri (quel­li di Cal­ci­na­to fan­no parte del­l­la com­pag­nia di Desen­zano )e con i vig­ili urbani. Nei prossi­mi giorni l’iniziativa ver­rà pre­sen­ta­ta alla cit­tad­i­nan­za nel cor­so di alcu­ni incon­tri, in modo tale da rispon­dere alle even­tu­ali richi­este di famiglie e di aziende che inten­dono avvaler­si dei servizi del­la vig­i­lan­za privata.

Parole chiave: