Dopo i due nuovi arrivi alla Pediatria di Manerbio, anche quella dell’Ospedale di Desenzano allarga la squadra

Pediatria Desenzano: dal 1° giugno attivi due nuovi ambulatori

Di Luca Delpozzo

Dopo i due nuovi arrivi alla Pedi­a­tria di Maner­bio, anche quel­la dell’Ospedale di Desen­zano allarga la squadra gui­da­ta dal pri­mario Dr. Gio­van­ni Berga­m­aschi: si trat­ta del Dr. Alessan­dro Boni­ni e il Dr. Fabio Torri.“Il pri­mo ambu­la­to­rio – spie­ga Berga­m­aschi -, si occu­perà delle malat­tie res­pi­ra­to­rie nel bam­bi­no e sarà gesti­to dal Dr. Boni­ni, medico spe­cial­ista in pedi­a­tria ed esper­to in Bron­cop­neu­molo­gia pedi­atri­ca; il sec­on­do ambu­la­to­rio, invece, si occu­perà di Chirur­gia pediatrica”.Dottore, ci può par­lare dei due nuovi medici?“Sono entram­bi due otti­mi medici. Il Dr. Boni­ni è un otti­mo acquis­to, non solo per­ché allarga una squadra già di otti­mo val­ore, ma anche per­ché van­ta un cur­ricu­lum deg­no di nota (ha lavo­ra­to all’Ospedale di Verona e quel­lo del Bam­bi­no di Rot­ter­dam). Per quan­to riguar­da il sec­on­do ambu­la­to­rio, l’arrivo del Dr. Tor­ri (che ha lavo­ra­to negli Sta­ti Uni­ti, in Spagna e, ovvi­a­mente, a Bres­cia, è rego­la­to dal­la stip­u­lazione, avvenu­ta nei giorni scor­si, di una con­ven­zione tra l’Azienda Ospedaliera e gli Spedali Civili di Brescia”.Cosa sig­nifi­ca l’apertura di questi due ambulatori?“L’attivazione di questi due ambu­la­tori, amplia l’offerta dei servizi del­la nos­tra Pedi­a­tria in set­tori estrema-mente sig­ni­fica­tivi. Per quan­to riguar­da l’ambulatorio diret­to dal Dr. Boni­ni, è noto che le patolo­gie res­pi­ra­to­rie legate all’inquinamento dell’aria o da forme d’allergia, sono diven­tate ormai molto fre­quen­ti, soprat­tut­to nei bam­bi­ni. Invece, per l’ambulatorio di Chirur­gia pedi­a­tria diret­to dal Dr. Tor­ri, questo sarà aper­to una vol­ta la set­ti­mana e s’integrerà pos­i­ti­va­mente con la Chirur­gia Gen­erale del nos­tro ospedale”.“Il poten­zi­a­men­to del­la Pedi­a­tria di Desen­zano – ha dichiara­to il Diret­tore Gen­erale Mau­ro Borel­li -, segue di poche set­ti­mane quel­lo avvenu­to per quel­la dell’Ospedale di Maner­bio con­fer­ma l’impegno dell’Azienda di miglio­rare sem­pre più l’assistenza. Entram­bi i repar­ti oggi, non solo sono in gra­do di offrire un servizio di qual­ità, ma anche di garan­tire un’ampia rosa di prestazioni per un vas­to baci­no d’utenza. Infine, cre­do sia molto impor­tante evi­den­ziare il lavoro che entrambe le pedi­atrie stan­no svol­gen­do, tra l’altro con otti­mo suc­ces­so, con due realtà del volon­tari­a­to: l’ABIO (Asso­ci­azione Bam­bi­no In Ospedale) e la Comi­coter­apia con l’Associazione “Aglio e Peper­on­ci­no del­la dot­tores­sa Takipi­ri­na, che desidero ringraziare anco­ra una vol­ta per il loro costante impeg­no. Cre­do, — ha con­clu­so -, che la pro­fes­sion­al­ità e la sen­si­bil­ità di entrambe le Unità Oper­a­tive, sia mis­ura­bile anche attra­ver­so queste inizia­tive volte a miglio­rare la per­ma­nen­za dei bam­bi­ni nei nos­tri ospedali”.