Il Comune ha stipulato un accordo con le organizzazioni sindacali dei Pensionati

Per gli anziani in difficoltài contributi sulle bollette

Di Luca Delpozzo
L.D.P.

A Padenghe i ter­mi­ni per chiedere i con­tribu­ti eco­nomi­ci a cop­er­tu­ra delle spese di riscal­da­men­to, gas, elet­tric­ità e spese far­ma­ceu­tiche sono scadu­ti. A fine anno l’Assessorato ai provved­erà ad erog­a­re i con­sueti aiu­ti eco­nomi­ci ai cit­ta­di­ni che si trovano in situ­azioni di dis­a­gio, soprat­tut­to anziani. Alcune azioni sono state con­cor­date con i sin­da­cati dei Pen­sion­ati. Le domande di aiu­to pre­sen­tate nel 2006 si sono incre­men­tate rispet­to al 2005, impeg­nan­do l’ Ammin­is­trazione nel­l’erogazione di tut­to quan­to pre­ven­ti­va­to. Quest’an­no si prevede un impeg­no altret­tan­to significativo.Le sta­tis­tiche vedono Padenghe ai pri­mi posti per red­di­to pro capite, ma la media non evi­den­zia i liv­el­li min­i­mi di sussistenza.«Non ver­re­mo meno agli impeg­ni ver­so i cit­ta­di­ni più deboli — promette l’assessore ai Servizi sociali — pur nelle dif­fi­coltà note a tut­ti in cui ver­sano i Comu­ni, anche se non eler­gire­mo aiu­ti in modo auto­mati­co ma a fronte di spese doc­u­men­tate». Un red­di­to Isee non supe­ri­ore a 10.500 euro è il req­ui­si­to fon­da­men­tale, da inten­der­si tut­tavia non come il red­di­to cer­ti­fi­ca­to dal­la dichiarazione dei red­di­ti, ma frut­to di un cal­co­lo com­p­lesso che si effet­tua pres­so gli uffi­ci com­pe­ten­ti e che tiene con­to di tut­ti i red­di­ti del cit­tadi­no. Per cui si invi­tano i cit­ta­di­ni in situ­azione di dif­fi­coltà a non dichiarar­si esclusi dal­l’agevolazione ma a pro­cedere al ca1colo Isee, che sarà fis­so per a1cune spese e in per­centuale per altre. Impor­tante è esser­si ricor­dati di pre­sentare la doman­da pres­so gli uffi­ci dei Servizi sociali di Padenghe.