Disappunto per il decisionismo di Parolari, ma nessuno pensa a chiudere

Per il forum clima disteso fra i torbolani

03/08/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
f.civ.

Se a Riva molti negozianti e ris­tora­tori sono pron­ti alla chiusura nel peri­o­do del sum­mit di set­tem­bre, a Tor­bole si res­pi­ra un cli­ma diver­so, con più ottimis­mo. La scelta del sin­da­co Paro­lari di con­cedere ai new glob­al l’u­so di aree come il parcheg­gio Panora­ma, le Busat­te e prob­a­bil­mente anche la spi­ag­gia ha nat­u­ral­mente coin­volto mag­gior­mente il paese in un “prog­et­to” che altri­men­ti avrebbe potu­to essere vis­su­to con più distacco.Non molti però han­no apprez­za­to il deci­sion­is­mo del sin­da­co nel­l’of­frire queste aree, e lamen­tano come la cit­tad­i­nan­za sia sta­ta soltan­to infor­ma­ta con una let­tera dai toni tran­quil­liz­zan­ti; cer­to, non è la pau­ra che dom­i­na, ma una cer­ta per­p­lessità, vis­to che Tor­bole è un paesino pic­co­lo e rac­colto, e le vie di col­lega­men­to con la zona sovras­tante, dove ci sarà un mas­s­ic­cio afflus­so, non sono cer­to ampie e scorrevoli.Fra chi avrebbe prefer­i­to mag­a­ri un’al­tra sis­temazione c’è Ennio Bertoli­ni, del­l’ho­tel Cen­trale, nonchè con­sigliere comu­nale: «E’ ovvio che vista la gran quan­tità di per­sone che arriver­an­no in quei giorni, è una neces­sità trovare delle aree dove ospi­tar­li. Ma pen­so ce ne fos­sero altre più idonee: qui è come un imb­u­to, ed anche se immag­ini­amo che tut­to pos­sa andar bene, ci saran­no sen­z’al­tro prob­le­mi per gli sposta­men­ti e via dicen­do. Con­sideran­do che non ha volu­to sen­tire il parere di nes­suno, pen­so che sia respon­s­abil­ità del sin­da­co se tut­to non dovesse andare per il ver­so giusto».Sempre nel­la piazzetta cen­trale di Tor­bole, ci sono diver­si negozi che sicu­ra­mente potran­no avere a che fare con i gio­vani ospi­tati in quei giorni. Al Max den­im c’è tran­quil­lità: «Non ci siamo anco­ra posti il prob­le­ma, ma non c’è anco­ra da pre­oc­cu­par­si, e non pen­si­amo cer­to di chi­ud­ere». Più appren­sione al My Way: «Pen­si­amo che ques­ta non sia la zona adat­ta per ospitare così tante per­sone, ed anche il peri­o­do scel­to non è otti­male. Noi comunque rimar­remo aper­ti, speran­do che vada tut­to bene».Anche al di fuori del cen­tro stori­co il cli­ma nei negozi è sem­pre sim­i­le, ad esem­pio alla Bar­ca: «Siamo ottimisti, però nes­suno ci ha mai chiesto pareri, o infor­ma­to su cosa suc­ced­erà. Pen­so che ques­ta sia una col­pa del comune, che ci ha manda­to una let­tera, in cui però non viene spie­ga­to cosa accadrà in quei giorni. Con­fidi­amo comunque anche nel­l’­opera di con­trol­lo delle , e pen­si­amo che non ci siano prob­le­mi a rimanere aperti»Simili le risposte anche da Bert­a­mi­ni, che a Tor­bole ha diver­si negozi e potrebbe essere anche tra i bersagli più a ris­chio, viste le marche di abiti rap­p­re­sen­tate, in gran parte “multi­nazion­ali”. Ma anche qui le per­p­lessità riguardano più la scelta logis­ti­ca: «Se il traf­fi­co è caoti­co oggi che ci sono solo i tur­isti, figuar­i­amo­ci quan­do si dovran­no spostare per queste viuzze migli­a­ia di persone».

Parole chiave: