Poesia e musica per celebrare il pianeta-donna

Per l’8 marzo

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Una Fes­ta del­la don­na lega­ta alla tradizione e alla cul­tura locale. È quel­la orga­niz­za­ta per l’8 mar­zo dalle sezioni aril­i­cen­si del­l’ Popo­lare di Istruzione e For­mazione e del Cen­tro Scaligero di Stu­di Dan­teschi in col­lab­o­razione con il Comune. «Questo sarà il ter­zo anno di questo cam­mi­no», spie­ga Enza Lonar­di, del diret­ti­vo del­l’Upif di Peschiera e coor­di­na­trice del­l’inizia­ti­va insieme a Rossana Cos­sai e Lucia Bal­di Tomel­leri. «Intrapre­so nel­l’in­ten­to di fare di ques­ta gior­na­ta un momen­to diver­so, di valen­za cul­tur­ale e non fine a se stes­so; una sor­ta di omag­gio alle donne che han­no las­ci­a­to un seg­no, con il loro impreg­no, nel sociale o nel­la cul­tura delle nos­tre terre». «In quest’ot­ti­ca l’8 mar­zo del 2002 è sta­to ded­i­ca­to al ricor­do del­la figu­ra di Elis­a­bet­ta Ven­dramin, fon­da­trice delle Elis­a­bet­tiane e, in par­ti­co­lare a Suor Tere­sa, con­sorel­la di quest’or­dine, che da anni opera a Peschiera por­tan­do assis­ten­za domi­cil­iare ai malati; l’an­no scor­so, invece, abbi­amo par­la­to delle donne del nos­tro Risorg­i­men­to». «Il tema di quest’an­no», con­tin­ua la Lonar­di, «sarà quel­lo de “La don­na attra­ver­so la e la musi­ca”: par­lere­mo di autori di cui si è trat­ta­to durante gli incon­tri del nos­tro anno acca­d­e­mi­co, e la voce recitante sarà quel­la di Canzio Bog­a­rel­li, accom­pa­g­na­to alle tastiere da Luca Tosoni». Tutte le sig­nore del­l’Upif han­no atti­va­mente con­tribuito all’or­ga­niz­zazione del­la Fes­ta, che avrà luo­go a par­tire dalle 15.30 nel­la Sala Radet­zky del com­pen­dio del­la Caser­ma d’Ar­tiglieria di Por­ta Verona. Per l’oc­ca­sione il Comune ha sped­i­to più di tre­cen­to invi­ti per le res­i­den­ti ultra­ot­tan­ten­ni, in par­ti­co­lare per quelle ospi­tate nel­la Casa di riposo, per le quali ha fat­to anche pre­dis­porre un omag­gio particolare.

Parole chiave: