Per la dop ai marroni domani incontro decisivo

Di Luca Delpozzo
al.to.

Il min­is­tero delle Politiche Agri­cole e Fore­stali ha espres­so parere favorev­ole all’ac­cogli­men­to del­l’is­tan­za di riconosci­men­to del­la Denom­i­nazione di orig­ine pro­tet­ta (Dop) «Il mar­rone di San Zeno». Si è così avvi­a­to l’iter per arrivare ad ottenere la cer­ti­fi­cazione di orig­ine di uno dei prodot­ti più carat­ter­is­ti­ci delle nos­tre mon­tagne, il mar­rone. Per arrivare a com­pletare l’iter però e anche per recepire osser­vazioni e ori­en­ta­men­ti del­la fil­iera pro­dut­ti­va inter­es­sa­ta alla dop, è sta­ta indet­ta una pub­bli­ca audizione per domani mat­ti­na alle 10 al palaz­zo Ca’ Mon­tagna di San Zeno di Mon­tagna. A segui­to del­l’in­con­tro e sul­la base delle osser­vazioni e degli ori­en­ta­men­ti che emerg­er­an­no nel cor­so del dibat­ti­to, il min­istro potrà emanare il decre­to di riconosci­men­to del­la dop, che dovrà avviare di fat­to un’­opera di pro­mozione del prodot­to e dei luoghi da dove il mar­rone proviene. Alla Cam­era di com­mer­cio di Verona (uffi­cio agri­coltura) è pos­si­bile avere copia del­la pro­pos­ta di dis­ci­pli­nare di pro­duzione, con­te­nente tutte le carat­ter­is­tiche che il mar­rone deve avere per pot­er essere un mar­rone dop di San Zeno di Montagna.