Un aiuto da Calcinatello per i piccoli allievi di una scuola in Brasile

Per le Orsoline

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
f.ma.

Domeni­ca 22 gen­naio si è tenu­ta al Cen­tro Meri­cianum di Desen­zano del Gar­da un’ inizia­ti­va di sol­i­da­ri­età sociale. Una del­egazione di alun­ni, inseg­nan­ti e gen­i­tori delle clas­si quin­ta A e quin­ta B del­la scuo­la pri­maria Mar­co Agosti di Cal­ci­natel­lo, ha infat­ti con­seg­na­to alle rap­p­re­sen­tan­ti del­la comu­nità delle Suore Orso­line di S. Car­lo una cospicua offer­ta per finanziare le attiv­ità pas­torali che l’ordine reli­gioso sta svol­gen­do in Brasile ad Apare­ci­da de Goiana. La rete di sol­i­da­ri­età che sostiene le suore si è cos­ti­tui­ta nel 1994 nel Ceisu, realtà sociale che coin­volge centi­na­ia di famiglie ital­iane che stan­no aiu­tan­do le reli­giose a real­iz­zare una scuo­la mater­na, des­ti­na­ta ad accogliere i bam­bi­ni più poveri del­la regione e ad offrire una rispos­ta didat­ti­ca di qual­ità. Dopo aver­la real­iz­za­ta, le Suore seg­nalano ora la neces­sità di acquistare un pullmi­no per il trasporto degli alun­ni. Le inseg­nan­ti Bruna Tog­ni, Lucia Alabiso e Sara Mut­ti han­no allesti­to una serie di inizia­tive con i loro ragazzi a Cal­ci­natel­lo per tale propos­i­to, ulti­ma delle quali lo spet­ta­co­lo «, che schi­anto!», che ha con­se­gui­to un grande suc­ces­so al cin­e­ma teatro Mar­coni di via Car­lo Alber­to a Cal­ci­na­to. Così si avvic­i­na il tra­guar­do per dare la pos­si­bil­ità ai loro coetanei più sfor­tu­nati di essere trasportati a scuo­la in auto.

Parole chiave: