Una mostra ed un concerto per commemorare le vittime dell’11 settembre 2001.

Per non dimenticare”

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Castiglione delle Stiviere

L’Am­min­is­trazione comu­nale di Cas­tiglione delle Stiviere, in col­lab­o­razione col Inter­nazionale del­la Croce Rossa che ha sede nel­lo stes­so comune, ha deciso di com­mem­o­rare le vit­time del­la trage­dia amer­i­cana dell’11 set­tem­bre 2001 con un’inizia­ti­va che si ter­rà nei locali del Museo stes­so, nel giorno del pri­mo anniver­sario. L’ inten­zione è di real­iz­zare un momen­to pub­bli­co per non dimen­ti­care quan­to suc­ces­so un anno fa. La man­i­fes­tazione inizierà alle 19 di mer­coledì 11 set­tem­bre, con l’in­au­gu­razione di una mostra del pit­tore Flo­ri­ano Ippoli­ti, ospi­ta­ta nelle sale del Museo, cui seguirà alle 21, nel cor­tile inter­no, il con­cer­to che vedrà pro­tag­o­nista Kath­lee Per­ry, una delle mag­giori vocal­ist amer­i­cane, accom­pa­g­na­ta dal the Art Per­ry Quar­tet. Il Museo, nato nel 1959 per inizia­ti­va di Enzo Bolet­ti e ospi­ta­to nel set­te­cen­tesco palaz­zo Tri­ulzi-Longhi, ha inau­gu­ra­to recen­te­mente una sala ded­i­ca­ta all’at­ten­ta­to delle Twin Tow­ers di New York. Nel suo mes­sag­gio di pre­sen­tazione dell’evento l’avvocato Fab­rizio Raganel­la, sin­da­co di Cas­tiglione, scrive che “Cas­tiglione delle Stiviere ha impara­to come da una grande trage­dia pos­sa nascere un bene ines­tima­bile per l’umanità. Dal­la san­guinosa battaglia di Solferi­no e San Mar­ti­no nacque pro­prio a Cas­tiglione l’idea del­la Croce Rossa Inter­nazionale qua­si una pros­e­cuzione ide­ale del soc­cor­so por­ta­to al sof­fer­ente dal più illus­tre dei nos­tri concit­ta­di­ni, San­L­lui­gi Gon­za­ga, patrono mon­di­ale del­la gioven­tù, oltre che di Cas­tiglione delle Stiviere.” Il pit­tore marchi­giano Flo­ri­ano Ippoli­ti ha dona­to al Museo una serie di suoi quadri ispi­rati a Croce Rossa e Mez­za­lu­na Rossa, al suo emble­ma dis­tin­ti­vo ed al suo oper­a­to nel mon­do. La mostra di Flo­ri­ano Ippoli­ti sarà inau­gu­ra­ta al sec­on­do piano del MICR dove alle ore 19 seguirà un aper­i­ti­vo. L’esposizione resterà aper­ta fino a con orario 9–12 e 15–18 tut­ti i giorni eccet­to il lunedì (tel. 0376–638505).Il cor­tile del palaz­zo del Museo si ani­merà così di black, soul music e stan­dards di jazz, cesel­lati dal­la mag­i­ca voce di Kath­leen Per­ry ( “una voce che ti affer­ra l’anima”) con l’Art Per­ry Quar­tet com­pos­to da Vito Gior­dano (trom­ba), Ric­car­do Lo Bue (bas­so elet­tri­co), Arthur Per­ry (bat­te­ria) e Mau­ro Schi­avone (pianoforte). “La musi­ca è come un viag­gio per me, mi trasporta ver­so luoghi spir­i­tu­ali, por­tan­do con me chi mi sta ascoltan­do”: così Kath­leen ama par­lare del­la sua esperienza.

Parole chiave: -