È stato approvato recentemente dal consiglio comunale, con l’astensione delle minoranze, il Piano per il diritto allo studio, relativo all’annata scolastica 2000/200

Piano per il diritto allo studio

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

È sta­to approva­to recen­te­mente dal con­siglio comu­nale, con l’astensione delle mino­ranze, il Piano per il dirit­to allo stu­dio, rel­a­ti­vo all’annata sco­las­ti­ca 2000/2001, pro­pos­to dall’Assessore Michele Carafa. Nel­la sua illus­trazione l’assessore ha pos­to l’attenzione su alcu­ni dei prin­ci­pali pun­ti pre­visti dal Piano stes­so e volti a favorire l’istruzione e la for­mazione civi­ca degli stu­den­ti del­la scuo­la dell’obbligo, com­pre­sa anche la scuo­la mater­na e l’eventuale doposcuo­la. Nel pro­gram­ma, e nell’impegno, dell’amministrazione comu­nale è pre­vista la facil­i­tazione del­la fre­quen­za delle scuole; con­sen­tire l’inserimento nelle strut­ture sco­las­tiche e la social­iz­zazione dei minori dis­a­dat­tati o in dif­fi­coltà di svilup­po e di apprendi­men­to; con­cor­rere a favorire e sti­mo­lare la pros­e­cuzione degli stu­di da parte dei meritevoli. Nel comune di Pueg­na­go esistono tre plessi sco­las­ti­ci in attiv­ità: quel­lo del capolu­o­go con la scuo­la ele­mentare in local­ità Aione; quel­lo del­la scuo­la mater­na pri­va­ta Don Giuseppe il local­ità castel­lo; la scuo­la mater­na statale di Raf­fa. A queste realtà locali va aggiun­ta la scuo­la media di San Felice del Bena­co alla quale ven­gono con­ces­si con­tribu­ti a sec­on­da delle neces­sità che la scuo­la stes­sa ne abbisog­ni. Fra i mag­giori costi che l’amministrazione comu­nale dovrà sostenere per i suoi stu­den­ti la parte dl leone spet­ta il trasporto sco­las­ti­co per la scuo­la ele­mentare pari, per le casse comu­nali, a Lire 100.000.000; il cos­to per l’utente è sta­to quan­tifi­ca­to il lire 400.000 annue, da pagar­si in due rate semes­trali, al di là del fat­to che il servizio ven­ga uti­liz­za­to in maniera con­tin­ua o dis­con­tin­ua. Per quan­to riguar­da il servizio di men­sa sono sta­ti stanziati 8.000.000 che ver­ran­no ero­gati ai res­i­den­ti in con­tribu­ti da 150 mila ire e 70 mila lire sul­la quo­ta fis­sa d0iscrizione per la men­sa (per la scuo­la mater­na o Pres­cuo­la e del­la Scuo­la ele­mentare), e da 150 mila lire sul­la quo­ta annuale per il trasporto sco­las­ti­co del­la scuo­la ele­mentare a favore del sec­on­do fratel­lo, e suc­ces­sivi, fre­quen­tan­ti la scuo­la dell’obbligo. Per quei nuclei famil­iari in dis­a­gio eco­nom­i­co, indi­vidu­a­bile sec­on­do le nor­ma­tive I.S.E. se atti­vate o sec­on­do quan­to sta­bil­i­to nel Rego­la­men­to vigente, sono sta­ti stanziati 4 mil­ioni. Numerose le attiv­ità pre­viste e con­sid­er­ate per un even­tuale elargizione di con­tribu­ti come ad esem­pio il cor­so di pro­pe­deu­ti­ca musi­cale, il prog­et­to arte e scien­za, giochi del­la gioven­tù, “col­o­ra di verde la tua scuo­la”, “gior­na­ta eco­log­i­ca”, ecc.. Alla scuo­la mater­na statale di Raf­fa il servizio di men­sa prevede la parte­ci­pazione di 56 alun­ni per 200 giorni com­p­lessivi men­tre al servizio men­sa del­la scuo­la ele­mentare in local­ità Aione sono pre­viste 60 uten­ze per 100 gior­nate. Attual­mente la popo­lazione sco­las­ti­ca nel comune di Pueg­na­go si aggi­ra sulle 297 unità: 56 mater­na pub­bli­ca, 36 pri­va­ta, 130 ele­mentare e 75 cir­ca medie. Com­p­lessi­va­mente l’impegno finanziario per le casse comu­nali si aggi­ra sui 300 mil­ioni esclusi even­tu­ali inter­ven­ti edilizi.

Parole chiave: