Lavori per oltre 950 mila euro: l’inizio a settembre, la chiusura nella prossima primavera. Il massiccio intervento valorizzerà l’antico fortilizio del paese.

Piazza Bolchi cambia look

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

Piaz­za Bolchi, la piaz­za prin­ci­pale di Polpe­nazze, sul­la quale si affac­ciano il Comune e la Par­roc­chiale, nel prossi­mo autun­no si rifarà il truc­co. Sei anni fa era sta­ta mod­i­fi­ca­ta l’illuminazione del­la piaz­za cen­trale del paese, ridis­eg­nate le aiuole e rias­fal­ta­to il suo­lo, ma sta­vol­ta gli inter­ven­ti saran­no più impo­nen­ti e porter­an­no a ter­mine la riqual­i­fi­cazione del cen­tro stori­co, inizia­ta negli anni scor­si. «Abbi­amo un prog­et­to già com­ple­ta­mente finanzi­a­to — dichiara il sin­da­co Gian­car­lo Ribel­li — . L’inizio dei lavori è pre­vis­to per quest’anno, a set­tem­bre e ter­min­er­an­no la prossi­ma pri­mav­era». L’opera ha un cos­to com­p­lessi­vo pari a cir­ca 950 mila euro, si svilup­perà su due liv­el­li, coin­vol­gen­do anche l’attigua piaz­za Castel­lo, la più vic­i­na alle antiche mura, dove si svol­go­no soli­ta­mente gli spet­ta­coli estivi e sul­la quale si affac­ciano la ed il cen­tro sociale. Si pro­ced­erà alla riqual­i­fi­cazione dell’arredo urbano di piaz­za Biolchi, dal sagra­to del­la Chiesa ded­i­ca­ta alla Nativ­ità di Maria fino alla mod­i­fi­ca del con­torno del mon­u­men­to ai cadu­ti che si tro­va al cen­tro del­la piaz­za. L’asfalto dell’odierna pavi­men­tazione lascerà il pos­to a cubet­ti di por­fi­do gri­gio, men­tre il perimetro del­la piaz­za ver­rà defini­to con las­tre in pietra. Ver­ran­no sos­ti­tu­iti i pini marit­ti­mi del­la piaz­za, che in segui­to alla grand­i­na­ta dei pri­mi di agos­to del 2002 han­no subito gravi dan­ni, con dei lec­ci. Inoltre sarà instal­la­to anche un ascen­sore per con­sen­tire a chi ha dif­fi­coltà moto­rie di accedere al liv­el­lo supe­ri­ore del­la piaz­za dove si trovano appun­to alcu­ni servizi pub­bli­ci come la bib­liote­ca, la sala con­sil­iare ed il cen­tro sociale. Ver­rà inoltre real­iz­za­ta, radente il muro sot­tostante la bib­liote­ca, una fontana su una las­tra di mar­mo che creerà giochi d’acqua. Ver­rà abbas­sato il muro che divide i due liv­el­li del­la piaz­za in modo che dal­lo spazio sot­tostante si pos­sa vedere quel che res­ta del­la cin­ta muraria risalente al XV sec­o­lo (dato che l’originale del X sec­o­lo è sta­to sman­tel­la­to nel 1420), che ver­rà illu­mi­na­ta da ter­ra per far­la risaltare mag­gior­mente sen­za che questo pat­ri­mo­nio resti nascos­to agli occhi dei vis­i­ta­tori. In questo modo ver­rà val­oriz­za­to quel che res­ta dell’antico for­til­izio di Polpe­nazze, dopo che due anni fa si era pro­ce­du­to al recu­pero dell’antico mas­tio che era ormai inac­ces­si­bile. Nel­la torre prin­ci­pale del castel­lo, adi­a­cente al munici­pio, è sta­to col­lo­ca­to il vano scala e l’ascensore per accedere agli uffi­ci comu­nali. Inoltre ver­rà cre­a­ta una nuo­va scala d’accesso a piaz­za Castel­lo, a ridos­so dell’antica por­ta, più ampia di quel­la attuale; inoltre ver­ran­no abbat­tute le bar­riere architet­toniche d’accesso alla bib­liote­ca ed al cen­tro sociale. Piaz­za Castel­lo sarà tut­ta un man­to erboso, e nel­la zona dietro la bib­liote­ca ver­rà ampli­a­ta la zona verde e rifat­to il pal­co per gli spet­ta­coli oltre alla pista da bal­lo, che sarà in cemen­to colorato.

Parole chiave: