Sarà inaugurato a settembre l’atteso grande polmone verde. Ci sarà un percorso ad hoc per i malati di trombosi.

Piscine, parco al traguardo

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Sarà aper­to al pub­bli­co a set­tem­bre, dunque tra poco più di un mese e mez­zo, il nuo­vo Par­co delle Piscine, il più grande pol­mone verde attual­mente esistente a Desen­zano. L’an­nun­cio è del­l’asses­sore ai Lavori pub­bli­ci, Tom­ma­so Gia­rdi­no, che con­fer­ma le pre­vi­sioni fat­te qualche tem­po quan­do l’opera venne pre­sen­ta­ta pub­bli­ca­mente. Sicu­ra­mente, i desen­zane­si e i molti tur­isti che affol­lano la cit­tad­i­na del bas­so lago avreb­bero volu­to che il par­co venisse aper­to all’inizio del­l’es­tate così da pot­erse­lo godere durante i mesi più cal­di. Ma tan­t’è. Comunque, l’area non sarà del tut­to fruibile, per­chè nei pri­mi mesi del prossi­mo anno inizier­an­no i lavori del ter­zo stral­cio, quel­li riguardan­ti le opere del cen­tro servizi e degli impianti pre­visti nel prog­et­to. Solo allo­ra potrà essere taglia­to il nas­tro tri­col­ore. La zona si tro­va alle spalle delle piscine comu­nali e del­lo sta­dio «Tre Stelle», in un ambi­ente nat­u­ral­is­ti­co e pae­sag­gis­ti­co di notev­ole pre­gio. Da lì si gode un panora­ma incom­pa­ra­bile, le piante e la veg­e­tazione sono quelle clas­siche del­l’habi­tat garde­sano. Non a caso, lo stes­so asses­sore Tom­ma­so Gia­rdi­no sta pun­tel­lan­do un accor­do ormai in dirit­tura d’ar­ri­vo con l’As­so­ci­azione Ital­iana dei Malati di Trom­bosi, che ha sede a , che prevede la real­iz­zazione di uno speci­fi­co itin­er­ario di salute. Vedi­amo di capire meglio di cosa si trat­ta. Molti dei sogget­ti col­pi­ti da trom­bosi sono costret­ti a svol­gere una lun­ga e paziente riabil­i­tazione psi­cofisi­ca. Ma non è facile trovare adeguati cen­tri o aree ver­di che pos­sono risultare sod­dis­facen­ti. Gia­rdi­no, che lo ricor­diamo è anche medico ospedaliero, ha pre­so con­tat­ti con quest’as­so­ci­azione che, sal­vo intop­pi all’ul­ti­ma ora, dovrebbe fir­mare l’ac­cor­do e orga­niz­zare l’in­vio di per­sone con deficit fisi­ci o car­diopati­ci per otten­erne il loro recu­pero attra­ver­so passeg­giate su per­cor­si attrez­za­ti ad hoc. Ricor­diamo che a due pas­si dal nuo­vo par­co era atti­vo il famoso cen­tro san­i­tario di Vil­la del Sole per la cura del­la tisi. Ma se a Desen­zano si aspet­ta con ansia che apra final­mente questo Par­co delle Piscine, c’è chi, invece, a Riv­oltel­la impre­ca per­chè di gia­r­di­ni non se ne vede nem­meno l’om­bra. O meglio, come seg­nala una let­trice, mal­gra­do «promesse e impeg­ni pre­si tut­to è rimas­to come pri­ma». L’indice è pun­ta­to in par­ti­co­lare sul gia­rdi­no (man­ca­to) e sull’area giochi di via Cas­sio, dove «lo sta­to di manuten­zione del pra­to è pes­si­mo ed un gio­co in fer­ro è sta­to divel­to e get­ta­to via». Un’area inadegua­ta alle esi­gen­ze dei bam­bi­ni, anzi decisa­mente peri­colosa. Una lamentela analo­ga era sta­ta avan­za­ta nei mesi scor­si, nel­la sper­an­za che da palaz­zo Bagat­ta, sede munic­i­pale, arrivasse l’ordine di rimet­tere a pos­to il gia­rdi­no. Invece, nul­la. In gen­erale, comunque, la situ­azione delle aree ver­di desen­zane­si non è delle più esaltan­ti. Basterebbe ricor­dare il gia­rdi­no pub­bli­co chiu­so da vent’anni in via Fos­se Castel­lo. Un pol­mone verde che, per cause mai chiarite, è abban­do­na­to alle ster­paglie, pro­prio nel cuore del cen­tro cit­tadi­no. la sper­an­za è che il Par­co delle Piscine fac­cia da volano alla rinasci­ta dei gia­r­di­ni desenzanesi.

Parole chiave: