Stanno per cominciare i lavori di ampliamento della «Gandini»: avrà un ampio salone e terrazzo nuovi. Rinasce la Pro loco, bilancio sanato e Nicola Bizzocoli alla guida

Più grande la casa di riposo

Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Inizier­an­no in questi giorni i lavori di ampli­a­men­to alla casa di riposo inti­to­la­ta a Fran­co Gandini.«Il pri­mo inter­ven­to», spie­ga Rena­to Sig­norel­li, con­sigliere del­e­ga­to alla Terza età, «riguarderà la rimozione del tet­to per elim­inare il mate­ri­ale con­te­nente fibre di amianto che veni­va uti­liz­za­to abit­ual­mente negli anni in cui è sta­ta costru­i­ta la res­i­den­za». «Dopo di che si passerà alla real­iz­zazione di una sor­ta di nuo­va strut­tura di cir­ca cen­to metri qua­drati per piano e alta quan­to l’attuale edi­fi­cio. Questo sig­nifi­ca», pre­cisa il con­sigliere, «che a piano ter­ra ques­ta ala darà vita a una zona cop­er­ta per il tran­si­to e la sos­ta di vet­ture e ambu­lanze; al pri­mo piano, invece, lo spazio sarà uti­liz­za­to come un grande salone, che si aggiunge all’area sog­giorno esistente». All’ultimo piano è pre­vista la real­iz­zazione di un grande ter­raz­zo pro­tet­to e di sei miniap­par­ta­men­ti, allog­gi, cioè, dotati di tinel­lo e sog­giorno ma privi del­la cuci­na, capaci di ospitare ognuno una o due per­sone. L’importo com­p­lessi­vo dei lavori è di cir­ca 900mila euro, che ven­gono finanziati dal­la Fon­dazione Cariverona, dal­la Regione e ovvi­a­mente da risorse del Comune. La casa di riposo Fran­co Gan­di­ni è di pro­pri­età dell’amministrazione comu­nale, che ne ha affida­to la ges­tione alla Fon­dazione Oasi. I posti disponi­bili sono 45, di cui 34 con­ven­zionati con l’Ulss 22 e ai quali si accede attra­ver­so una apposi­ta grad­u­a­to­ria. L’ampliamento non com­porterà alcun aumen­to del numero di ospi­ti pre­visti. «L’ampliamento, infat­ti, è sta­to volu­to non per avere più pre­sen­ze nel­la strut­tura, ben­sì per offrire a chi la abi­ta», con­clude Sig­no­rili, «una migliore qual­ità di vita, con spazi più ampi a disposizione».