Nei primi nove mesi dell’anno deciso aumento delle presenze

Più passeggeri e meno bici sulla funivia del Monte Baldo

19/10/2000 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

In ripresa. Nei pri­mi nove mesi del 2000 la funi­via Mal­ce­sine-Monte reg­is­tra un deciso aumen­to di passeg­geri rispet­to allo stes­so peri­o­do del­l’an­no scor­so. Dati che fan­no larga­mente ipo­tiz­zare, viste anche le proiezioni pos­i­tive di otto­bre, il supera­men­to di quo­ta 180 mila. Più dif­fi­cile ma forse non impos­si­bile tentare di eguagliare il 1998 chiu­so a 182 mila 212 passeg­geri. Tut­to dipen­derà da questi ulti­mi giorni di otto­bre e dal­la sec­on­da quindic­i­na di dicem­bre quan­do l’impianto riaprirà i bat­ten­ti dopo la con­sue­ta chiusura (dal 30 otto­bre al 15 dicem­bre) per la manuten­zione ordi­nar­ia. Comunque vada un trend pos­i­ti­vo des­ti­na­to ad attes­tar­si sul… podio alle spalle del­l’ir­rag­giun­gi­bile 1997 ter­mi­na­to con oltre 192 mila pre­sen­ze, l’an­na­ta migliore del­l’ul­ti­mo decen­nio. Non però per le moun­tain bike trasportate ai 1.780 metri di Tre­des Pin e che ha rag­giun­to l’apice nel 1995 (10.338). Tor­nan­do al 2000 e spul­cian­do i dati mese per mese si nota come il peri­o­do più affol­la­to sia sem­pre, per ovvie ragioni, l’es­tate con agos­to e luglio in pri­mo piano. Incre­men­ti attorno alle 2.000 unità (»1.963 in luglio e »1.710 in agos­to) rispet­to all’an­no prece­dente per un totale di 70 mila 434 passeg­geri trasportati pari a una media gior­naliera di poco infe­ri­ore alle 1.200 unità. Rimane comunque giug­no e in sec­on­da bat­tuta set­tem­bre i mesi che han­no reg­is­tra­to il mag­gior incre­men­to nel con­fron­to con l’an­no prece­dente. Ben 3.202 per­sone in più per giug­no segui­to a ruo­ta da set­tem­bre (»2.461) e aprile (»2.429). Ma come sem­pre non è tut­to oro ciò che luc­ci­ca. Pur rima­nen­do in gen­erale ampia­mente pos­i­ti­vo il raf­fron­to con l’im­me­di­a­to pas­sato c’è da anno­tare il seg­no rosso per feb­braio e mar­zo. Una vera e pro­pria pic­chi­a­ta per il sec­on­do mese del­l’an­no (-2.293), decisa­mente più con­tenu­ta invece in mar­zo (-814). In quest’ul­ti­mo caso va però ricorda­to che l’impianto di risali­ta è rimas­to chiu­so per la manuten­zione dal 12 al 30 mar­zo. I motivi dei parziali neg­a­tivi sono da imputare soprat­tut­to alla scarsa neve pre­sente in quo­ta e in sec­ond’or­dine al man­ca­to fun­zion­a­men­to del­la sciovia La Col­ma. L’impianto d’im­por­tan­za strate­gi­ca per il carosel­lo del Monte Bal­do sarà rego­lar­mente agi­bile all’avvio del­l’im­mi­nente sta­gione inver­nale men­tre non sarà fun­zio­nante la Panora­ma che deve essere com­ple­ta­mente rin­no­va­ta. Il con­siglio d’Am­min­is­trazione del­l’azien­da trasporti funi­co­lari Mal­ce­sine Monte Bal­do diret­ta da Giuseppe Ven­turi­ni ha intan­to deciso di man­tenere inal­ter­ate le tar­iffe degli skipass per il 2000–2001. Nei giorni fes­tivi costerà 30 mila lire (22.000 per i feri­ali) e darà dirit­to all’u­ti­liz­zo di tut­ti gli impianti del carosel­lo e al bigli­et­to d’an­da­ta e ritorno del­la funi­via. Prezzi spe­ciali anche per gli abbona­men­ti di grup­po con obbli­go di sog­giorno a Mal­ce­sine. Per un’in­tera set­ti­mana di bas­sa sta­gione ( esclu­so) il prez­zo del­lo skipass è sta­to fis­sato in 60 mila lire, in alta 100 mila lire. Per chi volesse usufruire solo del­la funi­via che dal cen­tro lacus­tre por­ta in cima al Bal­do il cos­to del bigli­et­to, anda­ta e ritorno, è di 20 mila lire nei fes­tivi e 14 mila lire nei feriali.

Parole chiave: -