Il libro di padre Scapin

Poesia anti-nevrosi

30/01/2004 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.z.

Stasera alle 20.30, nel­la sala dei Provved­i­tori del Munici­pio di Salò sarà pre­sen­ta­to il libro di poe­sie di padre San­ti­no Scapin inti­to­la­to «In lot­ta con la nevrosi». Oltre all’autore inter­ver­ran­no la psi­colo­ga Gabriel­la Can­toni Bravi e don Rober­to Defan­ti, par­ro­co di Polpe­nazze. Clau­dio Ven­turel­li leg­gerà alcu­ni brani, e il sot­to­fon­do musi­cale ver­rà assi­cu­ra­to dal­la chi­tar­ra del mae­stro Nico Bel­lo. Orga­niz­za il Comune con l’associazione «Il chiaro del bosco», e l’ingresso libero. Padre San­ti­no è un carmeli­tano orig­i­nario del Friuli. Negli anni ’70 ha fat­to il prete operaio e il sin­da­cal­ista. Ha vis­su­to in realtà molto povere del­la Sicil­ia e doven­do com­bat­tere la nevrosi si è affida­to alle cure di uno psi­coter­apeu­ta, Ren­zo Luca Car­rozzi­ni, che lo ha aiu­ta­to a uscire dal­la crisi. Per rac­con­tare la sua espe­rien­za, nel peri­o­do 85–95 ha scrit­to un vol­umet­to rac­coglien­do le poe­sie nate durante la malat­tia: una tes­ti­mo­ni­an­za per quan­ti affrontano questo per­cor­so. «Anche se l’ar­go­men­to trat­ta­to è forte — rac­con­ta -, non ho usato uno pseudon­imo per­chè so che tut­ti i lib­ri scrit­ti in pri­ma per­sona su un’esperienza dolorosa, ma al tem­po stes­so pos­i­ti­va, ven­gono apprez­za­ti e fan­no bene a chi li legge. Vor­rei insom­ma dare sper­an­za a col­oro che non provano la voglia di vivere, e ne sof­frono ter­ri­bil­mente». Per quan­to riguar­da l’associazione di volon­tari­a­to «Il chiaro del bosco», cos­ti­tu­itasi nel 2002 e pre­siedu­ta da Maria Tere­sa Cominel­li, ha 120 soci. L’attività con­siste soprat­tut­to nell’assistenza domi­cil­iare ai malati men­tali, aiu­tati ad assol­vere i nor­mali com­pi­ti quo­tid­i­ani. Tiene inoltre cor­si e orga­niz­za dibat­ti­ti. E quest’anno intende creare anche un ate­lier di pit­tura e attiv­ità arti­gianali utili alla riabilitazione.

Parole chiave: