Un fine settimana all’insegna delle rime in vernacolo e di musiche del’400 Oggi il cenacolo legnaghese, domani l’Orchestra di Venezia

Poesie in dialetto e canti lagunari

22/08/2002 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Torri del Benaco

Un fine set­ti­mana all’insegna del­la dialet­tale e del­la buona musi­ca quel­lo che aspet­ta ospi­ti e tur­isti del pic­co­lo cen­tro lacus­tre. E così, a par­tire da ques­ta sera nel sug­ges­ti­vo sce­nario di Vil­la Melisa, sul lun­go­la­go a nord del paese, sarà di sce­na a par­tire dalle 20,30 il club dei poeti dialet­tali del Leg­nagh­ese. Ad orga­niz­zare la sin­go­lare man­i­fes­tazione è il pres­i­dente del Cir­co­lo anziani di Vil­la Melisa, Ange­lo Zam­boni. «Per il cir­co­lo» ha illus­tra­to Zam­boni, «quel­lo dei poeti dialet­tali è un gra­di­tis­si­mo ritorno, dato che già negli anni scor­si ave­va­mo potu­to avere ospi­ti questi per­son­ag­gi. Quest’anno però la novità sarà che a recitare sarà il grup­po di Leg­na­go, guida­to dal pres­i­dente e poet­es­sa Fran­ca Isolani Ramaz­zot­to, oltre a Dino Bar­bi­eri, Ida Benedet­ti Baroni, Gio­van­ni Bonin­seg­na, Ornel­la Caniglia, Berta Mazzi Kob­bi, Pasquali­na Marin, Margheri­ta Soave, Nadia Zani­ni e Maria Tere­sa Ven­turi». L’inizio del week end pros­eguirà poi domani con il con­sue­to appun­ta­men­to, alle ore 21, del­la rasseg­na musi­cale «Tor­ri incon­tra?». Ad esi­bir­si gra­tuita­mente al par­co del Castel­lo scaligero saran­no sta­vol­ta i musicisti del­la Orches­tra Popo­lare di Venezia, diret­ta dal mae­stro Ste­fano Oli­va­to. Nel numeroso grup­po veneziano, parag­o­nabile per tradizione solo alla musi­ca napo­le­tana, anche musicisti di liv­el­lo nazionale e pro­fes­sion­isti, acco­mu­nati dal­la pas­sione per un tipo di musi­ca e can­zone tra­man­da­ta dal 1400. «L’Orchestra Popo­lare di Venezia», han­no spie­ga­to gli orga­niz­za­tori, « ha oper­a­to un recu­pero di ques­ta tradizione di bal­li e can­ti lagu­nari, unen­do l’at­mos­fera rinasci­men­tale ad una mod­er­na con­cezione del rit­mo, con ampio uso di per­cus­sioni e voci». «Quest’appuntamento del “Tor­ri incon­tra?”», ha con­clu­so il vicesin­da­co ed asses­sore alla cul­tura Daniela Per­oni, «è il penul­ti­mo del­la sta­gione, che si chi­ud­erà mer­cole­di 28 con il recu­pero del­la ser­a­ta del Verona Impro­vis­er Jazz, salta­ta per mal­tem­po. La rasseg­na ha vis­to esi­bizioni di vari generi musi­cali, in modo da incon­trare i gusti e le esi­gen­ze di un pub­bli­co il più pos­si­bile etero­ge­neo, che ha deciso di trascor­rere le ferie a Torri ».

Parole chiave: